Ospedale di Cosenza, il ministero “promuove” Ortopedia: «Livello di assistenza alto»

Lavoro in team, razionalizzazione delle operazioni e piena operatività del percorso diagnostico. I punti di forza che hanno salire lo standard qualitativo dal 16,12 al 74%. Cipparrone: «Obiettivo raggiunto grazie alla sinergia tra reparti»

COSENZA Diventa alto, secondo gli standard ministeriali dettati dal DM 70/2015 il livello di assistenza nel reparto di Ortopedia dell’Annunziata. Lo comunica la direzione dell’azienda ospedaliera. «Il 74% degli interventi chirurgici di frattura del collo del femore – spiega una nota – sono eseguiti entro due giorni. Il dato, riferito al primo trimestre, consente all’Ospedale di Cosenza di balzare in cima alle classifiche nazionali, dove lo standard medio si attesta al 64% e certamente al primo posto in Calabria». «Un risultato che è stato possibile raggiungere – ha dichiarato il direttore della UOC Ortopedia e Traumatologia, Gualtiero Cipparrone – a seguito della revisione del modello procedurale, fortemente voluto dalla Direzione Strategica che ha coinvolto sinergicamente le Unità operative di Ortopedia, Pronto Soccorso e Anestesia e Rianimazione».
Lavoro in team, implementazione e piena operatività del percorso diagnostico assistenziale, razionalizzazione delle sedute operatorie, pieno coinvolgimento degli operatori sul raggiungimento dell’obiettivo e monitoraggio costante dell’andamento dell’indicatore, sono stati gli elementi che hanno consentito il raggiungimento di questo importante traguardo. E lo standard passa dal 16,12% del 2017 al 74% del 2020.
«Da settembre 2019 – ha spiegato Cipparrone – abbiamo lavorato per avvicinarci all’indicatore ministeriale che fissa al 60 la percentuale minima di interventi chirurgici ortopedici da eseguire entro 48 h. Questo livello lo abbiamo raggiunto e abbondantemente superato, nel primo trimestre 2020, attestandoci al 74%».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto