Blitz tra Cosenza e Barcellona Pozzo di Gotto, 17 indagati – VIDEO E NOMI

Operazione “Gazze ladre” dei carabinieri contro un gruppo criminale che opera nel Villaggio degli zingari. Tra le ipotesi di reato, formulate dalla Procura bruzia, furto aggravato, ricettazione, estorsione, spaccio e detenzioni illegale di armi

COSENZA Dalle prime luci dell’alba, è in corso, a Cosenza e a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina, una vasta operazione dei carabinieri del comando provinciale di Cosenza volta a disarticolare un gruppo criminale, che opera nel “Villaggio degli zingari” di Cosenza, specializzato in furti di autovetture, estorsioni, furti aggravati, e cessione di sostanze stupefacenti.
Oltre 150 carabinieri stanno dando esecuzione ad un’ordinanza dispositiva di misure cautelari, emessa dal gip presso il tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della repubblica, nei confronti di 17 soggetti indagati, a vario titolo, per i reati in concorso di “furto aggravato”, “tentato furto con strappo”, “ricettazione”, “estorsione”, “detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti”, “danneggiamento”, “detenzione illegale di armi”.

LE MISURE CAUTELARI Ecco le misure cautelari emesse dal Gip di Cosenza su richiesta della Procura bruzia nell’ambito dell’operazione “Gazze ladre”:

Arresti domiciliari per: Giuseppe Drago, Francesco Mancini, Francesco Trinni, Carmine Guarnieri, Cosimo Passalacqua, Patrizio Naccarato, Maicol Daniel Bevilacqua, Francesco Berlingieri, Manzo Fioravante, Massimo Bevilacqua, Giuseppe Bevilacqua, Emanuele Bevilacqua, Mario Berlingieri.

Obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per: Maurizio Mirko Abate, William Maria Barone, Antonio Colasuonno, Duilio Mancini





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto