A Cetraro vince Cennamo. Gli eletti nei Comuni del Cosentino

A San Lucido è stato eletto Cosimo De Tommaso, mentre a Scalea ha vinto Giacomo Perrotta. A Piane Crati vittoria per soli due punti e a Papasidero tre liste insieme racimolano solo 6 voti

COSENZA Proseguono senza sosta le operazioni di spoglio nei comuni del cosentino interessati dal voto per il rinnovo delle amministrazioni comunali. A Cetraro, importante comune del Tirreno Cosentino, Ermanno Cennamo dopo aver conquistato 3241 preferenze pari al 55,89% sarà il prossimo sindaco della città. Le urne lo incoronano vincitore a discapito del sindaco uscente Angelo Aita che preso atto della sconfitta non ha fatto tardare il suo complimenti ed in bocca al lupo allo sfidante. Aita, che tra i candidati annoverava anche il consigliere regionale Giuseppe Aieta, lascerà lo scranno di primo cittadino per accomodarsi tra i banchi dell’opposizione.
VINCE “REALIZZIAMO ORSOMARSO” Rimanendo sul litorale Tirrenico, nel comune di Orsomarso, chiamato al voto dopo l’elezione in consiglio regionale di Antonio De Caprio è stato eletto Alberto Bottone candidato con la lista “Realizziamo Orsomarso”. Ha ottenuto  il 66,15% delle preferenze pari a 551 voti. Il candidato ha avuto l’appoggio del sindaco uscente, oggi nella maggioranza di Jole Santelli che a scrutinio ultimato ha dichiarato sulla propria pagina Facebook. «Un risultato di cui eravamo certi, forti di quanto realizzato negli anni scorsi e sicuri di quanto Alberto e la sua giunta continueranno a fare. Il mio appoggio è stato totale e continuerà ad esserlo da consigliere regionale, perché l’obiettivo resta quello: “Realizzare Orsomarso”, offrire non soltanto un futuro ma anche un presente alla nostra gente. Con emozione dico grazie: grazie ai nostri concittadini, grazie a chi ha affidato il suo favore a questa lista, a chi si è speso, a chi ci ha messo la faccia. Ed ora rimbocchiamoci le maniche, affinché il cammino iniziato sei anni fa non subisca rallentamenti. Il treno per la rinascita della Calabria passa anche dalla nostra splendida Orsomarso».
A CAMPANA VINCE CHIARELLO E’ stato confermato dalla sua comunità di elettori Agostino Chiarello, candidato con la lista “Campana Futura”. Governerà il comune dell’hinterland cosentino per i prossimi cinque anni. Ha ottenuto 557 voti pari al 52,85%.
IN 5 PER PAPASIDERO I poco più che 800 votanti del piccolo comune nel cuore del Pollino, hanno scelto come sindaco per la loro comunità Fiorenzo Conte candidato con la lista “Energie Nuove”,capace di racimolare 278 voti equivalenti al 55,16% delle preferenze. Una sfida particolarmente impegnativa quella che si è disputata nel comune di Papasidero dove a sfidarsi sono stati 5 candidati a sindaco e una pletora di candidati a loro sostegno. Dietro di lui è arrivata la lista “Si Amo Papasidero” del candidato Luca Oliva che ha collezionato 220 voti. Dato incredibile è quello poi delle restanti tre liste: “L’altra Italia”, “Movimento Sfiam” e “Alternativa Sociale Italiana” che in tutto hanno racimolato soli 6 voti.
“CIVICA E FUTURA” PER SAN’TAGATA D’ESARO Ha avuto la meglio nello scontro con Emanuela Monita il candidato della lista “Civica e Futura” Mario Nocito che sarà il prossimo sindaco di Sant’Agata D’Esaro con 655 voti, ottenendo il 50,62% delle preferenze.
RIZZO CONQUISTA CERZETO Ha vinto la sfida contro i tre candidati alla carica di primo cittadino Giuseppe Rizzo che guiderà la prossima amministrazione comunale di Cerzeto forte di un risultato di larga manica. Ha infatti ottenuto il 63,41% delle preferenze per un totale di 546 voti.
DIPIGNANO VA A “RINNOVAMENTI”Erano 5 gli aspiranti candidati a sindaco nel comune di Dipignano, comune nella valle del Savuto che si estende fino alle porte della città di Cosenza. Tra gli oltre 3mila votanti però hanno fatto breccia le proposte di Gaetano Sorcale che con la lista “Rinnovamenti” ha avuto la meglio sui suoi competitor.
RISULTATO BULGARO A GRISOLIA Ha vinto a mani basse Saverio Bellusci, candidato alla guida del comune di Grisolia, con la lista “Grisolia Unita”. Ha collezionato il 95,47% delle preferenze pari a 1286 voti, contro i soli 61 dello sfidante.
A SAN PIETRO IN GUARANO RITORNA ACRI Ritorna sulla poltrona di primo cittadino Francesco Acri. Già in passato aveva amministrato la città di San Pietro in Guarano e con la lista “Liberi e Presenti” raccoglie il 50,27% dei consensi. Si è imposto per soli 13 voti sul candidato Mario Veltri di “Insieme si Cresce”, decaduto dopo una pronuncia dell giustizia amministrativa al termine della scorsa tornata elettorale. I proponenti del ricorso, poi accolto, ne contestarono la tardività delle dimissioni dal ruolo di dg all’interno dell’Azienda ospedaliera di Cosenza.
A PIANE CRATI VITTORIA PER DUE VOTI Michele Ambrogio, sindaco sfiduciato nel mese di febbraio ha vinto le elezioni per soli due voti. Infatti la lista “Tradizione e Futuro” si è attestata con 422 voti al 41,29% contro i 420 voti ottenuti da “Uniti per Piane Crati”. Così come nel comune di San Pietro in Guarano anche a Piane Crati ritorna a governare chi già aveva amministrato per diversi anni anche in passato.
ROGGIANO A SALVATORE DE MAIO Si è imposto con il 39,17% delle preferenze Salvatore de Maio e la sua lista “Roggiano nel cuore”E’ stata una sfida molto equilibrata, considerato che gli altri competitor si sono fermati al 32,64% (Giuseppe Marsico) e 28,19% (Ilenia Addino).
ELETTO IL SINDACO DI SAN FILI Sarà Linda Cribari  il prossimo sindaco di San Fili. La candidata della lista “Forgia il futuro” ha avuto la meglio sul candidato dello schieramento “Evoluzione Civica”.
VITTORIA SCHIACCIANTE A SAN LORENZO DEL VALLO Con 1113 preferenze equivalenti a l’86,21% Vincenzo Rimoli è il nuovo sindaco di San Lorenzo del Vallo. E’ stato candidato con la lista “San Lorenzo Libera” e si è imposto nei confronti dell’altro candidato Pasquale Motta, con la lista “Per crescere insieme”.
DE TOMMASO LA SPUNTA A SAN LUCIDO Un incontro equilibrato e finito a favore di Cosimo De Tommaso per soli 169 voti. La lista “Io Amo San Lucido” con il 52,18% delle preferenze si aggiudica la sfida elettorale nel comune del basso Tirreno cosentino. De Tommaso ha avuto la meglio contro Luigi Novello, già candidato alle scorse regionali, che con la sua “Cambiare si può” si ferma a 1854 voti, ossia il 47,2%.
“SCALEA EUROPEA” Sarà Giacomo Perrotta il prossimo sindaco della città di Scalea. La lista “Scalea Europea” da lui capeggiata è risultata la più apprezzata tra i residenti della città tirrenica che le hanno accordato 2708 preferenze. Della sfida hanno fatto parte anche “Per Scalea” del candidato a sindaco Angelo Paravati che ha collezionato 2490 voti e “Scalea Bene Comune” di Eugenio Orrico, con 750 preferenze.
TORTORA VA AD ANTONIO IORIO Il candidato della lista “Nuova prospettiva per Tortora”, Antonio Iorio, è stato eletto con il 57,6% dei voti del comune tirrenico. Ha avuto la meglio su Filippo Matellicani e Raffaele Papa.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto