Cosenza, superato il picco dei casi registrati nella prima ondata

L’impennata di contagi da Covid-19 nell’ultima settimana è stata determinante per registrare il nuovo record

COSENZA Sono in tutto 38 i nuovi positivi in provincia di Cosenza. Frenano i contagi rispetto alla giornata di ieri ma l’attenzione in provincia di Cosenza rimane altissima considerando che restano al palo il numero dei guariti mentre aumentano le persone ricoverate in terapia intensiva che sono in tutto 3. I nuovi contatti sono il frutto della ricerca epidemiologica che l’Asp di Cosenza sta portando avanti, ma oggi sono scoppiati anche 6 nuovi focolai. Il dato più preoccupante arriva dal comune di San Pietro in Guarano. Sono 12 le persone positive al virus, 2 sono affidate alle cure dei medici dell’Annunziata, mentre 10 sono in isolamento domiciliare e sono tutti riconducibili ad un focolaio della Rsa presente nel comune silano (qui la notizia). Nella città di Cosenza, si registrano 6 nuovi casi, il capoluogo rimane la città con più casi all’interno della provincia ed è seguita dal comune di Corigliano Rossano dove oggi si è registrato un nuovo caso (qui la notizia).
LA SITUAZIONE DELLA PRESILA Le “zone rosse” di Casali del Manco e Celico restano le osservate speciali. L’incremento più consistente nelle ultime 24 ore si è registrato nel comune di Spezzano della Sila. I 4 nuovi contagi portano a 17 le persone attualmente infette al Coronavirus e di queste solo 1 si trova ricoverato all’Annunziata. A Casali del  Manco i nuovi positivi sono 3, mentre a Celico si registra 1 nuovo contagio. Dopo i casi registrati negli ultimi giorni, il sindaco di Carolei ha emanato un’ordinanza di chiusura temporanea delle scuole di ogni ordine e grado fino al prossimo 31 ottobre. Ha palesato il suo disappunto per non essere stato aiutato  dall’Asp nelle attività di controllo e adesso corre ai ripari per evitare che l’epidemia si diffonda.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto