Coronavirus, nel Cosentino tre morti: un uomo di Scalea, uno di Celico e una donna di Frascineto

La 75enne originaria del comune italo-albanese è deceduta all’ospedale di Cosenza. Sono 9 i contagi nel comune di Casali del Manco, così come a Rende dove sono state chiuse 3 scuole

COSENZA Tre decessi in un solo giorno. Salgono i numeri dei contagi e anche quelli delle persone che non superano i periodi di cura ai quali vengono sottoposti per sconfiggere l’infezione da Coronavirus. Nella tarda mattinata è deceduto un uomo di 86 anni originario di Scalea. Era ricoverato a casa e il decesso è stato confermato dal primo cittadino Giacomo Perrotta. L’uomo, si trovava nella propria abitazione in isolamento domiciliare. Non è stato l’unico. Ad ingrossare i numeri della tabella dei deceduti (che da quando è iniziata la pandemia sono 42) c’è anche una signora originaria di Frascineto. Aveva 75 anni ed era l’unica paziente del comune italo albanese affidata alle cure dei medici dell’Annunziata. Anche in questo caso la notizia è stata confermata dal primo cittadino Angelo Catapano.
Il virus non ha risparmiato neanche un uomo poco più che ottantenne di Celico. Era ricoverato in terapia intensiva da 15 giorni ed in base a quanto é stato possibile apprendere, soffriva anche di altre patologie. È la prima vittima del comune che da 10 giorni si trova in zona rossa
Aumentano i decessi, così come i nuovi contagi. Sono 51 le persone i cui test eseguiti dai sanitari hanno dato esito positivo, un solo nuovo ricovero che non sposta la situazione dei pazienti in cura all’ospedale civile. Sono 49 in tutto, di questi 44 ricoverati nel reparto di malattie infettive e 5 in rianimazione. Sono in tutto 763 le persone che vengono curate a domicilio e di queste 132 presentano sintomi.
IL CLUSTER DELLA PRESILA Tutti gli ospiti della Rsa “L’Incontro” così come quelli della struttura che a sede nel comune di San Pietro in Guarano dopo le richieste dell’Asp di Cosenza saranno trasferiti su ordine della regione Calabria in una struttura privata convenzionata. Della questione si erano interessati anche i consiglieri regionali Carlo Guccione e Graziano Di Natale. Nel comune di Casali del Manco i nuovi contagiati sono 9, mentre nell’altro comune “zona rossa” Celico, per il secondo giorno consecutivo non si registrano nuove infezioni. Fermi anche i contagi a Spezzano della Sila, mentre a Rovito (altro comune confinante della fascia presilana) si registra 1 solo nuovo contagio.
SCUOLE CHIUSE A ROGLIANO E RENDE Il comune in cui si è registrato il maggio numero di contagi, oltre a Casali del Manco, è quello di Rende. Anche in questo caso i contagiati sono stati 9 e per questo il sindaco Marcello Manna ha disposto la chiusura di alcune scuole per procedere alle operazioni di sanificazione. «L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, oltre alla sistemica assenza di sistemi periodici di sorveglianza attiva preventiva sul personale docente ed amministrativo e sugli studenti, e alle evidenti criticità da parte della Asp territoriale ad eseguire test diagnostici su coloro che presentano sintomi correlabili a patologie legate al Covid-19, ci hanno portato alla decisione di sospendere in via cautelativa le attività didattiche in presenza negli istituti comprensivi della nostra città sino al 31 ottobre – spiega il sindaco di rende Marcello Manna – ». Dichiarazione a cui ha seguito la firma alle ordinanze di chiusura delle scuole anche per: «realizzare un cronoprogramma di sanificazione di tutte le aree scolastiche interne ed esterne continuativo, oltre che a scongiurare la potenziale diffusione del contagio da parte di soggetti attualmente asintomatici e definibili come contatti stretti di casi indice con positività accertata». Provvedimento analogo è stato assunto anche da Giovanni Altomare, sindaco di Rogliano, che ha dato notizia di aver emesso 9 ordinanze di quarantena obbligatoria considerati alcuni contatti avuti da persone con nuovi positivi. Le scuole, nel comune del Savuto, resteranno chiuse fino al prossimo 3 novembre.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto