Cosenza, “Gazze Ladre”: in cinque vanno a processo

Questa mattina a Cosenza si è tenuta l’udienza preliminare del processo. L’operazione condotta nell’agosto del 2020 dai Carabinieri di Cosenza aveva permesso di colpire diversi soggetti residenti nel quartiere di “San Vito”.

procura cosenza

COSENZA L’operazione denominata “Gazze Ladre”, condotta nell’agosto del 2020 dai Carabinieri di Cosenza sotto il coordinamento della Procura della Repubblica guidata da Mario Spagnuolo aveva permesso di colpire diversi soggetti residenti nel quartiere di “San Vito”. Furto aggravato, tentato furto con strappo, ricettazione, estorsione, detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti, danneggiamento, detenzione illegale di armi, i reati ai quali i diciassette indagati sono chiamati a rispondere vario titolo.
Questa mattina, al Tribunale di Cosenza, si è tenuta l’udienza preliminare del processo. Per Antonio Colasuonno (difeso dall’avvocato Chiara Penna), Maurizio Mirto Abate (difeso dagli avvocati Marco Facciolla e Francesco Muscatello), Emanuel Bevilacqua (difeso dagli avvocati Mariarosa Bugliari e Francesco Tomeo), Massimo Bevilacqua, William Maria Barone (difeso dall’avvocato Cristian Cristiano) il gip del tribunale di Cosenza Salvatore Carpino ha disposto il rinvio a giudizio. L’udienza di discussione davanti al collegio si terrà il 6 aprile 2021.

Hanno scelto il patteggiamento, invece, Francesco Trinni, Duilio Mancini, Francesco Berlingeri e Manuel Bevilacqua. Rito abbreviato per gli altri indagati (si discuterà il 17 febbraio), si tratta di Giuseppe Bevilacqua, Carmine Guarnieri, Fioravante Manzo, Giuseppe Drago, Mario Berlingeri, Francesco Mancini, Fabrizio Naccarato, Cosimo Passalacqua. (f.b.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto