COMUNALI | A Cassano torna Papasso. «Ha vinto la giustizia popolare»

L’ex sindaco supera il 56,8% e riprende le redini della città. Due anni addietro la sua amministrazione era stata sciolta per mafia. Battuto lo sfidante Francesco Lombardi (43%). I dati definitivi

Gianni-Papasso

di Luca Latella
CASSANO ALLO IONIO Gianni Papasso ritorna alla guida della città. Nella tornata elettorale del 10 novembre ha battuto nettamente lo sfidante Francesco Lombardi. Entrambi erano alla guida di liste civiche. Per la terza volta, dunque, Cassano sceglie Papasso: le urne hanno decretato l’ex sindaco quale prescelto dai cassanesi a distanza di 24 mesi dalla chiusura anticipata della sua amministrazione sciolta per infiltrazioni mafiose dal ministero dell’Interno.
Papasso si è sempre attestato tra il 55 e il 60% e, a scrutinio chiuso, i voti definitivi per lui nelle 21 sezioni sono 5.385 (56,84%).
Papasso è sostenuto da tre liste: “Per amore di Cassano”, “La Mongolfiera” e “Rinascita”. Seppur socialista era supportato da uno schieramento trasversale che spazia dal centrodestra al centrosinistra.
In Consiglio comunale insieme a lui siederanno 10 consiglieri di maggioranza. Sei toccheranno a Francesco Lombardi, sconfitto con l’onore delle armi (43,16%, 4.089 voto ottenuti). Anche Lombardi era sostenuto da una coalizione civica composta da quattro liste, anch’esse trasversali.
In alto mare il governo cittadino poiché Papasso dovrà scegliere i suoi uomini più fidati tra qualche settimana.
Difficilissima da vincere la sfida per il neo sindaco che dovrà rimboccarsi le maniche per risolvere le tante piccole grandi questioni che gravano su Cassano.
In primis rimettere ordine in Comune dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose che ha rispedito a casa la sua amministrazione due anni fa.
«LA GIUSTIZIA POPOLARE VINCE CONTRO L’INGIUSTIZIA» «È la vittoria della giustizia popolare rispetto a una gravissima ingiustizia che sia io che la città abbiamo subito. Una grande e straordinaria vittoria che porterò sempre nel cuore». Così Gianni Papasso ha commentato la sua rielezione dopo lo scioglimento di due anni fa. «Cassano – ha aggiunto – oggi rinasce, rinasciamo insieme, all’insegna della democrazia, della libertà della partecipazione e della legalità. Sarò un sindaco operaio, sarò il sindaco di tutti. Ringrazio profondamente la città e i cittadini di Cassano per il grande onore che mi hanno concesso». Papasso tornerà ad indossare la fascia tricolore per la terza volta. L’affluenza è stata del 59,12%, in calo rispetto alle precedenti amministrative del 5 giugno 2016, quando fu del 67,39%.
(l.latella@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto