La nuova “via” (culturale) di Perla di Calabria

Il liquorificio artigianale che produce il noto Amaro Bizantino, rilevato dall’imprenditore Vincenzo Lapietra, si rifà il look: «Nuova mission, via alla progettazione turistica attraverso le eccellenze enogastronomiche ed artigianali e del territorio»

CORIGLIANO ROSSANO Quando l’imprenditoria si intreccia con la cultura ed il marketing. È la sfida che si è posto Vincenzo Lapietra, amministratore unico di “Perla di Calabria”, il liquorificio artigianale rilevato nei mesi scorsi ed al quale ha rifatto il look, rivedendone il design – in occasione del decennale dell’azienda – ispirandosi alla storia locale e nello specifico all’Abbazia di Santa Maria del Patire, uno dei simboli del territorio di Corigliano Rossano.
Il nuovo look di Perla di Calabria si rifà ad elementi di arte ed architettura bizantina ed in particolare, sui dettagli dell’Abbazia, quale principale fonte di ispirazione, dal rosone, alle absidi. È da qui che traggono declinazione anche le pareti dello store inaugurato a Rossano nei giorni scorsi.
Nato come liquorificio artigianale, Perla di Calabria ambisce a diventare riferimento grazie alla ricerca e la proposta enogastronomica, autentica e di qualità e per il turismo esperienziale.
«In questa visione intrisa di storia e di identità – ha spiegato l’amministratore unico Vincenzo Lapietra – per festeggiare il suo decennale nel corso del 2020, Perla di Calabria presenterà ufficialmente l’evoluzione completa della propria mission aziendale: progettazione turistica, attraverso la capacità attrattiva ed emozionale delle eccellenze enogastronomiche ed artigianali e del territorio»
«Il nostro progetto è culturale e di marketing prima di essere commerciale: far conoscere – ha concluso Lapietra – valorizzare e promuovere la fruibilità del grande patrimonio storico dei nostri territori, a partire dai tratti distintivi ai quali si richiamano sia il brand dell’Azienda che le etichette narranti dei nostri prodotti».
Nel sottolineare l’impegno prezioso di quanti, in gioco di squadra, hanno reso possibile l’avvio di questa nuova avventura, Lapietra ha ringraziato la famiglia Sifonetti (Giuseppe, Teresa e Marco) ai quali si deve, dieci anni fa, il lancio e l’avvio di Perla di Calabria e del celebre Amaro Bizantino.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto