Migranti ad Amantea, ad ore il trasferimento dei contagiati

I tredici pakistani risultati infetti al Covid verranno spostati all’ospedale militare Celio di Roma. Ad occuparsi delle operazioni il personale della Croce Rossa che giungerà nella cittadina con un apposito mezzo. L’esercito è già giunto in città per coordinare le attività e presidiare il sito

di Roberto De Santo
AMANTEA Verranno trasferiti intorno alle 20,30 i tredici soggetti risultati positivi al test del Coronavirus. Si tratta di parte del gruppo di 24 pakistani giunti ad Amantea sabato pomeriggio in tarda serata. La comunicazione ufficiale è giunta alla Prefettura di Cosenza che ha appreso così la decisione adottata direttamente dal ministero dell’Interno. Saranno trasferito con appositi mezzi messi a disposizione dalla Croce Rossa Italiana e portatati all’ospedale militare del Celio di Roma. Si conclude così positivamente la vicenda iniziata sabato scorso quando i migranti che facevano parte dei 70 provenienti da Roccella Jonica dove sono sbarcati in seguito al soccorso in mare al largo di Caulonia. A seguito del trasferimento nella struttura Cas (Centro di accoglienza straordinaria) di Amantea erano scoppiate le proteste vigorose sfociate poi nel blocco della statale nella giornata di domenica.
Poi il confronto tra la popolazione e la triade commissariale – nonostante la tensione registrata durante l’incontro – aveva portato ad una tregua proprio a seguito delle rassicurazioni ottenute dai cittadini da parte della triade che aveva già sollevato il caso direttamente al ministero dell’Interno e alla prefettura di Cosenza. Ottenendo conferme del prossimo trasferimento. Già nella giornata di martedì i militari erano giunti in città per presidiare la zona e coordinare le attività di trasporto all’ospedale militare Celio di Roma dei migranti. Ora la notizia ufficiale.
Una notizia che susciterà la soddisfazione di quanti temevano ripercussioni sulla salute pubblica della zona ed effetti negativi sull’economia di Amantea che si basa prevalentemente sul turismo. (r.desanto@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto