Belvedere Marittimo, operazione contro l’occupazione “selvaggia” della spiaggia

Centinaia di attrezzature da mare e ombrelloni sono stati sequestrati dagli uomini della Guardia costiera e dalla polizia locale. Rientra nel progetto “Mare Sicuro 2020” delle capitanerie di porto italiane

BELVEDERE MARITTIMO Operazione congiunta tra uomini della Guardia costiera di Cetraro e la polizia locale di Belvedere Marittimo per liberare tratti di litorale occupati abusivamente da ombrelloni e attrezzature da spiaggia. L’attività, che si inserisce nell’ambito del progetto “Mare Sicuro 2020”, è scattata ancora una volta, grazie alle segnalazioni pervenute dai fruitori delle spiagge libere, e si è concentrata sul territorio di Belvedere Marittimo.
L’operazione come nei giorni precedenti, ha visto impegnati gli uomini dell’Autorità Marittima di Cetraro congiuntamente al personale e ai mezzi della Polizia Locale di Belvedere Marittimo.
La sinergia tra le due Amministrazioni ha permesso di liberare significative aree di pubblico demanio marittimo da chi, ancora una volta, ha cercato di assicurarsi gli spazi pubblici facendo permanere le proprie attrezzature da spiaggia per tutto l’arco delle ore notturne.
Il sequestro di oggi si incardina in una più ampia attività di vigilanza che la Guardia Costiera di Cetraro sta operando in questi giorni di maggiore afflusso di turisti e bagnanti e ha determinato la rimozione di oltre un centinaio di ombrelloni e sdraio nonché di strutture non autorizzate per la pratica di attività sportive.
«L’operazione “Mare Sicuro 2020” pianificata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto e coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima della Calabria e della Basilicata Tirrenica – ha dichiarato il Comandante Saladino – sta permettendo di conseguire importanti risultati a beneficio di quanti correttamente fruiscono del bene mare nel rispetto delle norme».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto