Focolaio tra migranti, Di Natale: «Ad Amantea le scuole aprano il 28 settembre»

Appello del consigliere regionale ai commissari straordinari che gestiscono il comune del Tirreno cosentino dopo l’incremento dei casi di contagio tra gli extracomunitari ospiti di strutture presenti nella cittadina «Utile per consentire la sanificazione degli istituti scolastici»

AMANTEA «Invito i Commissari Straordinari di Amantea a valutare la possibilità di posticipare l’avvio dell’anno scolastico a lunedì 28 settembre al fine di consentire la sanificazione degli istituti scolastici al meglio, visto l’aumento dei casi di Covid-19». lo afferma Graziano Di Natale (IriC), segretario-questore del Consiglio regionale a seguito della particolare situazione relativa all’emergenza sanitaria da coronavirus.
«Alla data odierna – prosegue – 51 sono i casi ad Amantea di cui 49 migranti allocati nei centri di accoglienza. Pertanto ritengo sia necessario utilizzare la massima prudenza e dare maggiore attenzione al mondo della scuola ed evitare ogni possibilità di rischio di contagio. La sanificazione dei locali e la riorganizzazione generale delle aule credo che siano gli elementi fondamentali per un rientro in totale sicurezza al fine di garantire il contenimento della diffusione del coronavirus. Chiedo inoltre di conoscere le determinazioni assunte circa la gestione del trasferimento dei migranti».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto