Festa di Pasqua nel Centro migranti di Isola Capo Rizzuto

La manifestazione, promossa dal direttore della struttura Vitaliano Fulciniti, è stata coordinata dall’equipe dei “Servizi alla persona” della Misericordia

ISOLA CAPO RIZZUTO La festività della Pasqua quale occasione per meditare sui temi laici della
fratellanza, della solidarietà e della convivenza tra i popoli: questo il messaggio lanciato dai migranti del “Regional hub” di Sant’Anna, in occasione della “festa di Pasqua” celebrata nella ludoteca del Centro governativo per immigrati di Isola Capo Rizzuto. Una giornata, è scritto in una nota, «di festa, allegria e fratellanza, in cui non sono mancati momenti di poesia e canti, che hanno coinvolto ed appassionato le Autorità ed il pubblico presente». La manifestazione, promossa dal direttore del Centro, Vitaliano Fulciniti, è stata coordinata dall’equipe dei “Servizi alla persona” della Misericordia di Isola, ente gestore del Centro d’accoglienza.
In apertura Fulciniti ha ribadito come i migranti non debbano essere considerati semplici «stranieri ma fratelli disagiati da aiutare, sostenere e coccolare, in un clima di fratellanza e rispetto reciproco». Dopo i saluti introduttivi, si sono esibiti due ragazzi, di Sudan e Camerun, che hanno recitato una
filastrocca sulla Pasqua. Marlyse, camerunense, ha poi intonato “Hallelujah” di Leonard Cohen, riproposta nella versione francese. Infine, quattro ospiti del Centro, con la collaborazione dei bambini e delle operatrici, hanno recitato la canzone “We are the world”, con adattamento del testo in italiano.
A margine dell’iniziativa sono state consegnate ai più piccoli le tradizionali uova di Pasqua. All’iniziativa erano presenti Domenico Mannino, commissario prefettizio del Comune di Isola Capo Rizzuto; Luigi Guerrieri, viceprefetto e capo di gabinetto della Prefettura di Crotone; Maria Antonia Spartà, vicequestore e dirigente dell’Ufficio immigrazione della Questura di Crotone; Giovanni Buzzurro, commissario e responsabile dei servizi di sicurezza e vigilanza all’interno del “Cara”; Maria Luisa Campise, amministratore giudiziario della Misericordia di Isola.
Fulciniti ha speso parole di apprezzamento e profonda stima per il prefetto di Crotone Cosima Di Stani ed ha inoltre ringraziato gli amministratori giudiziari della Miser.Icr «per lo straordinario impegno profuso. Un grazie particolare – ha detto – va a a sua eccellenza il prefetto di Crotone Cosima Di Stani, che con la sua costante e reale partecipazione alla vita del Centro ha fatto percepire a tutti gli onesti lavoratori del Regional Hub di Sant’Anna la rassicurante presenza dello Stato. Un sentitissimo grazie va agli Amministratori giudiziari, Maria Luisa Campise, Alberto Mingrone e Pietro Siragusa, oltre che all’Amministratore unico della Miser, Giorgio Sganga, per quanto hanno sinora fatto, non ultimo l’enorme sforzo che ha consentito il rinnovo contrattuale per tutti i dipendenti del Centro, ma soprattutto per tutto ciò che ancora faranno per consentire un futuro sereno a tante famiglie».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto