Crotone, sequestrate 5 metri di reti da pesca abusive

L’operazione della Capitaneria di porto. Gli attrezzi rinvenuti erano a bordo di piccoli natanti non idonei. Il materiale è stato posto sotto custodia per essere poi confiscato

CROTONE La Capitaneria di porto di Crotone ha sequestrato diverse reti da pesca illecitamente detenute. Il sequestro è avvenuto ieri mattina nel porto nuovo della città e si inserisce nell’ambito dei servizi previsti dal piano nazionale denominato ‘Focus ‘ndrangheta’. Gli attrezzi rinvenuti, verosimilmente pronti per essere imbarcati e utilizzati a bordo di piccoli natanti non idonei ad esercitare la pesca professionale, sono stati trovati lungo la banchina attualmente riservata per l’ormeggio delle unità da pesca. Immediatamente è scattato il sequestro delle reti, della lunghezza complessiva di circa 5mila metri insieme a due piccoli motori fuoribordo privi di certificazione assicurativa. Il materiale rimosso è stato posto in custodia per poi essere confiscato, così come prevede la normativa vigente in materia. Nei prossimi giorni gli organi di polizia proseguiranno le indagini per risalire all’identità dei proprietari degli attrezzi illegali.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto