Caso Brisinda, a Crotone arrivano gli ispettori ministeriali

Accompagnati da un capitano del Nas, i tre “inviati” del ministero della Salute si stanno occupando della vicenda del primario di Chirurgia sospeso e poi reintegrato

CROTONE Arrivano a Crotone gli “inviati” del ministero della Salute. Tre ispettori, accompagnati da un capitano del Nas dei carabinieri, mercoledì hanno fatto visita al reparto di Chirurgia dell’ospedale cittadino. Sotto la lente d’ingrandimento degli ispettori la vicenda del primario di chirurgia, Giuseppe Brisinda, sospeso dalla direzione strategica dell’Azienda sanitaria provinciale crotonese senza stipendio e poi riammesso da una sentenza del Tribunale del lavoro per vizio di forma. Secondo quanto è stato possibile apprendere, la commissione ispettiva mandata dal Ministero ha sentito Brisinda, gli altri medici del reparto di chirurgia, alcuni primari del nosocomio pitagorico e il direttore generale dell’Asp, Sergio Arena. Gli ispettori hanno mantenuto il massimo riserbo sugli esiti della loro attività. L’invio dei commissari era stato chiesto, lo scorso 15 giugno, dal deputato M5S Francesco Sapia, della commissione Affari sociali della Camera. Sapia, in quella occasione, aveva dichiarato di essersi personalmente rivolto al ministro della Salute, Giulia Grillo, per chiedere l’invio di ispettori all’ospedale di Crotone con l’obiettivo di fare chiarezza sulla vicenda del primario.

Gaetano Megna
redazione@corrierecal.it







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto