Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto

Inaugurati i reparti ristrutturati e con tecnologie all’avanguardia. Mezzo milione di euro per elevare gli standard di assistenza. A tagliare i nastri Oliverio e il dg Arena

  • Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto
  • Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto
  • Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto
  • Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto
  • Crotone, a Ginecologia e Cardiologia cambia tutto

CROTONE Ginecologia e cardiologia adeguate alle nuove sfide. Gli interventi effettuati, tecnologici e strutturali, hanno consegnato ai pazienti e agli operatori dell’ospedale di Crotone due unità operative all’avanguardia in Calabria. L’adeguamento è stato illustrato questa mattina alla stampa e per l’occasione è arrivato a Crotone il governatore della Calabria, Mario Oliverio, che insieme al prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, e al direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale pitagorica, Sergio Arena, hanno “tagliato i nastri”.
La manifestazione è partita dal reparto di ginecologia, la cui ristrutturazione è costata 350mila euro. Da oggi le donne che decidono di partorire all’ospedale di Crotone potranno contare su tre sale parto con tre sale operatorie adiacenti. In Calabria non è l’unica struttura che si è data questa organizzazione, ma non sono molte le realtà ospedaliere che possono contare su questi standard. Tutto nuovo e moderno. Il reparto di ginecologia d’altronde a Crotone nel 2017, con oltre 1.300 parti, ha realizzato numeri importanti. Oggi è stato consegnato agli operatori anche il nuovo reparto di cardiologia. Anche questo completamente ristrutturato e adeguato nella tecnologia. Ha 20 posti letto distribuiti in otto camerette, tutte dotate di bagno proprio, televisione, letti moderni. 
La ristrutturazione di cardiologia è costata solo 150mila euro, perché nelle attività sono stati impegnati anche dipendenti dell’Azienda. Arena e Oliverio gongolano. Oliverio fa i complimenti ad Arena e il direttore generale parla del reparto di cardiologia – il suo, visto che prima di avere la nomina era uno dei medici cardiologi in forza a Crotone – con orgoglio. Racconta che i malati, da oggi in poi, saranno tenuti sotto controllo con sistemi informatici all’avanguardia. Tutti, non solo quelli dell’Utic. Prima non era così.

Gaetano Megna
redazione@corrierecal.it





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto