Penalizzazione al Chievo, Vrenna: «Sanzione ridicola»

Il presidente del Crotone commenta la sentenza del Tribunale federale: «Un punto a stagione, mi pare una barzelletta. Non c’è parità se dobbiamo competere con una società che ha i bilanci truccati»

ROMA «Una sanzione a dir poco ridicola, nel momento in cui vengono truccati i bilanci per tre anni e si prende un punto di penalizzazione a stagione, mi pare una barzelletta»: così il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, commenta con “Radio Sportiva” la sentenza del Tribunale federale nazionale che ha comminato 3 punti di penalizzazione al Chievo per le presunte plusvalenze fittizie. «È un’altra brutta storia del calcio italiano. Mi sembra forse una cosa studiata a tavolino: allungare i termini a settembre per poi arrivare a una sentenza di questo tipo. Sono amareggiato – aggiunge Vrenna – noi siamo una società molto piccola e quando costruiamo una squadra stiamo attenti ai bilanci, cerchiamo di essere regolari. E poi non c’è parità se dobbiamo competere con una società che ha i bilanci truccati». «Non so se ora la Procura Federale si opporrà a questa sentenza – dice Vrenna – stasera insieme ai nostri legali faremo una riunione e vedremo il da farsi. Sicuramente non speravamo di fare il campionato di serie A, visto che il campionato è partito, ma contavamo che ci dessero in parte ragione».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto