«Un’eccellenza nella produzione dell’olio bio»

di Franco Laratta

COTRONEI All’olio extravergine di oliva biologico, prodotto dall’azienda agricola calabrese “Vaccaro”, è stata assegnata una medaglia silver a conclusione della XXIV edizione del Premio Biol, riservato agli oli di oliva extravergini biologici.
Si tratta di un appuntamento che da quasi venticinque anni rappresenta un punto di riferimento mondiale per tutto il settore dell’olio di oliva.
Più di 300 produttori provenienti da oltre 17 differenti Paesi del mondo, distribuiti in tutti i 5 continenti, partecipano annualmente al severo esame eseguito dai gruppi internazionali di assaggio e da qualificati laboratori chimici selezionati e istituiti dal BIOL per offrire ogni anno un panorama completo, affidabile e aggiornato della realtà dell’olio biologico a livello mondiale.
Tramite il proprio staff tecnico e la rete internazionale di cui è animatore, il BIOL offre un servizio tecnico di formazione, informazione e ricerca in grado di soddisfare le esigenze degli olivicoltori e dei produttori di olio di tutto il mondo attenti alla qualità del prodotto a 360°, sia sotto l’aspetto etico che quello ambientale.
Nell’edizione 2019 del Premio, all’olio “Vaccaro” dell’azienda agricola Vaccaro è stata assegnata una medaglia silver.
L’olio extravergine di oliva biologico Vaccaro, all’analisi sensoriale è stato valutato come segue: olio giallo dal fruttato leggero. Amaro e piccante tenui, con sentori di mandorla, fiori ed ortaggi.
Ad emergere sono state le eccellenze olivicole di Puglia, Sardegna e Spagna che hanno fatto la parte del leone alla XXIV edizione del Premio Biol, che ha emesso i suoi verdetti dopo due giornate di lavori a Bari.
Dunque ai vertici dell’annata olivicola bio, sul gradino più alto è il pugliese “Tenuta Arcamone” dell’azienda De Carlo di Bitritto (Bari); secondo, il “Concordu” prodotto da Masoni Becciu a Villacidro terzo, lo Spagnolo Alamazara della Subbetica – Premium “Hojblanca” dell’Andalusia.
L’azienda agricola calabrese “Vaccaro” di Cotronei ha avuto in passato numerosi riconoscimenti. Si tratta di una famiglia una di olivicoltori attiva da oltre cinquecento anni. Fin dal 1535 l’antica famiglia Vaccaro proveniente dal Peloponneso, opera in Calabria nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente, produce olio di ottima qualità, attraverso metodi di coltivazione tradizionale e da agricoltura biologica.
La piantagione che si estende per circa 20 ettari, è composta da oltre 2.200 piante secolari sulle colline del Marchesato di Crotone, nella località Rivioti, Santa Venere, Pirainetto e Prato, da 450 a 500 metri sul livello del mare.
La medaglia silver a conclusione della XXIV edizione del Premio Biol, riservato agli oli di oliva extravergini biologici è uno straordinario riconoscimento per il grande impegno dell’azienda e in particolare di Leopoldo Vaccaro, amante della natura e del bello, artefice del successo di azienda storica che ha saputo emergere grazie a scelte coraggiose e profondamente rispettose dalla tradizione.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto