Cottarelli a Caccuri: «Governo caduto per la legge di bilancio»

L’economista e membro del Fmi, ospite del premio letterario che si svolge nel centro crotonese, è intervenuto sulla crisi dell’esecutivo Conte: «Manovra insostenibile»

CACCURI «Il problema fondamentale è che la prossima legge di bilancio è quasi impossibile da fare perché si trattava di mettere insieme le esigenze di Salvini che voleva la flat tax, quelle di Di Maio con il reddito di cittadinanza e quelle di Tria. Sarebbe stato necessario andare a ottobre con una legge che era un compromesso, perché sarebbe stato un Salvini in versione ridotta, ovvero avrebbe dovuto cedere rispetto alle sue promesse. Credo che sia questo il motivo della rottura di governo, che comunque ci sarebbe stata». Lo ha detto Carlo Cottarelli, a Caccuri per il premio letterario omonimo secondo quanto riporta una nota degli organizzatori. «La legge di bilancio – ha aggiunto – sarebbe stata impossibile, avrebbe dovuto cedere in parte all’Europa. Quindi prima le elezioni e poi la legge di bilancio». «Ipotizzando che Salvini vinca le elezioni – ha affermato – ci sono due possibili leggi di bilancio: una prima più moderata con una flat tax ridimensionata, un’altra invece in cui Salvini afferma che, avendo avuto il mandato da parte degli italiani di andare in Europa, il deficit pubblico non lo mette al 2% ma al 3-3,50% quindi, di fatto, andando allo scontro con l’Europa. Può darsi che quest’ultima chiuda un occhio, come ha fatto in alcuni casi in passato, ma il punto fondamentale non è quello che dice l’Europa ma la reazione dei mercati finanziari».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto