Mesoraca, due corpi in un crepaccio. Forse sono degli allevatori scomparsi a Petilia – VIDEO

In corso il sopralluogo dei carabinieri del Comando provinciale di Crotone. I cadaveri recuperati dai vigili del fuoco sarebbero in avanzato stato di decomposizione: una delle ipotesi è che possa trattarsi di Rosario e Salvatore Manfreda

MESORACA Due corpi sono stati recuperati mercoledì mattina a Mesoraca, in località Scala, dai vigili del fuoco. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro e della squadra rilievi tecnici del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Crotone, una squadra dei vigili del fuoco di Petilia Policastro e il nucleo Speleo alpino fluviale del Comando dei vigili del fuoco di Crotone. I corpi sono stati trovati in un crepaccio. In un primo momento era stato rinvenuto solo un cadavere, di un persona di età compresa tra i 30 e i 40 anni, e in seguito, poco distante, è stato trovato anche il secondo, chiuso in un sacco: entrambi i corpi sono in avanzato stato di decomposizione. Una delle ipotesi è che possa trattarsi di Rosario e Salvatore Manfreda (rispettivamente di 68 e 35 anni), entrambi spariti da Petilia Policastro il giorno di Pasqua. Per la scomparsa dei due allevatori sono stati arrestati, nello scorso luglio, Pietro Lavigna e Salvatore Emanuel Buonvicino per omicidio e occultamento di cadavere. Elementi utili sul ritrovamento dei due corpi e potranno emergere dall’autopsia (che sarà eseguita nell’ospedale di Crotone) disposta dal pm di turno della Procura di Crotone e dall’esame del Dna. (gm)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto