Partono a Crotone le Mini olimpiadi

Cerimonia inaugurale allo Scida per il trofeo Coni Kinder+ sport 2019. A nastri di partenza 3.000 giovanissimi atleti. Malagò: «Dedico questa edizione a Dodò Gabriele»

CROTONE Quasi 3.000 giovanissimi atleti, provenienti da tutte le regioni d’Italia, ma anche dal Canada e dalla Svizzera, hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione del trofeo Coni Kinder+ sport 2019. Divisi in delegazioni numerosissime, hanno percorso un tratto del centro cittadino per poi assieparsi sul terreno di gioco dello stadio Ezio Scida, per assistere a uno spettacolo di danza e musica culminato con l’accensione del tripode che ha dato ufficialmente il via al Trofeo destinato agli Under 14. Un trofeo dai numeri imponenti: quasi 4.000 tra atleti ed accompagnatori, 43 discipline sportive, cinque comuni coinvolti in tre diverse province calabresi. Un assaggio di Olimpiade regalato alla città da ragazzi provenienti da ogni angolo d’Italia, che si sono ritrovati tutti insieme davanti al pubblico delle grandi occasioni. Impressionante il boato che ha accompagnato l’ingresso nello stadio della delegazione padrona di casa. Emozionante l’Inno di Mameli cantato da tutti, ad accompagnare la voce di Annalisa Minetti. Quindi l’intervento delle istituzioni, aperto dal presidente del Coni Giovanni Malago’, che ha dedicato la manifestazione alle vittime della mafia, e proseguito col presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, col sindaco e presidente della Provincia di Crotone Ugo Pugliese e con il presidente del Coni calabrese Maurizio Condipodero, che Malagò ha definito «un gigante, nel sostenere questo progetto».
MALAGÒ: «EDIZIONE DEDICATA A DODÒ» «Dedico questa edizione a Dodò Gabriele e ai suoi genitori, Giovanni e Francesca». Lo ha detto il presidente del Comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, partecipando a Crotone alla cerimonia inaugurale della sesta edizione del “Trofeo Coni Kinder+Sport” realizzato quest’anno dal Comitato regionale della Calabria Coni nello stadio “Ezio Scida». Dodò Gabriele, 11 anni, vittima innocente di mafia, morì nel 2009 dopo essere stato raggiunto per errore da un colpo di fucile mentre assisteva ad una partita di calcetto. «Ricordo – ha detto ancora Malagò – quando nel 2013, nella Giunta del Coni – un consigliere parlò della possibilità di organizzare una piccola olimpiade in cui coinvolgere tutte le regioni. Prima c’erano meno discipline sportive, meno atleti. È stata una scommessa vinta, che è migliorata anno dopo anno. È stato ovunque un successo, ma il calore è l’affetto che abbiamo trovato in Calabria sono unici». Alla sesta edizione del Trofeo CONI Kinder+Sport partecipano 3.800 ragazzi di età compresa tra i 10 e i 14 anni che fino al 29 settembre a Crotone, Cutro, Isola Capo Rizzuto, Catanzaro e Palmi parteciperanno alla kermesse diventata negli anni uno degli eventi sportivi giovanili più importanti a livello nazionale.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto