Impianti sportivi di Crotone, si va verso l’affidamento ad Akrea

Il commissario prefettizio Costantino ha deliberato l’atto per assegnare le strutture comunali alla società in house. L’affidamento durerà un anno

di Gaetano Megna
CROTONE Verso l’affidamento ad Akrea della gestione degli impianti sportivi di proprietà del Comune di Crotone. Il commissario prefettizio della città pitagorica, Tiziana Costantino, ha con una propria deliberazione emanato l’atto di indirizzo «per l’affidamento in house del servizio di gestione degli impianti sportivi comunali», sino ad oggi gestiti direttamente dall’ente. La proposta della Costantino prevede l’affidamento alla società partecipata, interamente di proprietà del Comune, per un anno.
Nella deliberazione del commissario viene evidenziato che l’Akrea, «può operare mediante affidamenti diretti di servizi strumentali da parte delle amministrazioni pubbliche che ne detengono la partecipazione».
Nella stessa deliberazione il commissario evidenzia che l’affidamento contribuisce a mantenere i livelli occupazionali. La scelta rientra, quindi, nel progetto di rilancio della società, ma rappresenta uno strumento importante per il controllo delle spese che il Comune, nel recente passato, ha dovuto affrontare per mantenere attive le strutture sportive di proprietà dell’ente. È stata proprio la gestione allegra delle piscina olimpica a determinare la crisi dell’amministrazione comunale guidata da Ugo Pugliese, che è poi sfociata nello scioglimento anticipato del consiglio comunale e alla conseguente nomina del commissari prefettizio.
Nelle scorse settimane ci sono state, poi, forti polemiche per la gestione del Palamilone e c’è stata la presentazione da parte del consorzio sportivo “Momenti di gloria” di un ricorso al Tribunale amministrativo regionale della Calabria, attualmente pendente, e su cui il Tar avrebbe dovuto esprimersi in una seduta programmata per oggi.
Il progetto, quindi, è di mettere ordine nella gestione degli impianti sportivi per evitare che i costi possano gravare sul bilancio del Comune e rilanciare la storica partecipata del Comune, che attualmente si occupa di raccolta e conferimento in discarica dei rifiuti solidi urbani e non vive una situazione favorevole.
Proprio oggi la Costantino ha disposto la pubblicazione dell’avviso pubblico per la presentazione della candidatura alla carica di presidente dell’Akrea. Le domande dovranno pervenire entro le ore 13 del prossimo 25 febbraio. L’incarico durerà sino alla scadenza del consiglio di amministrazione che è composto da tre membri. Gli altri due sono in carica. La carica di presidente si è resa vacante in seguito al decesso di Rocco Gaetani L’idea della Costantino è di individuare un tecnico con spiccate capacità imprenditoriali. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto