Crotone, da domani nuova ala del reparto Covid-19 all’ospedale S. Giovanni di Dio

Grazie all’ampliamento ci saranno 50 posti letto, 8 dei quali dedicati alla terapia intensiva

CROTONE Nella giornata di domani sarà operativa la nuova ala del reparto Covid-19 presso l’ospedale S. Giovanni di Dio di Crotone, ubicata presso l’attuale servizio di Cardiologia-Utic, che si aggiungerà all’area già destinata ai pazienti Covid-19 presso il reparto di Emergenza Urgenza-Obi. L’ampliamento consentirà di disporre di 50 posti letto, di cui 8 dedicati alla terapia intensiva. Lo rende noto il direttore generale facente funzioni, Francesco Masciari, secondo cui è «un risultato importante, conseguito grazie alla straordinaria collaborazione di medici, infermieri, operatori socio sanitari, tecnici e dirigenti amministrativi, i quali in sole 48 ore hanno adeguato i locali della Cardiologia per renderli idonei al ricovero di pazienti Covid-19, ed hanno contestualmente allocato il servizio di Cardiologia-Utic presso il reparto di Geriatria, ubicato al VI piano del nosocomio».
«Un particolare ringraziamento – prosegue Masciari – va rivolto al direttore sanitaria aziendale Massimo D’Angelo, coordinatore dell’Unità di Crisi Covid-19, per l’efficacissima supervisione dell’operazione, al Dott. Gaetano Mauro, Direttore del Dipartimento Afo Medica, al Dott. Nicola Serrao, Responsabile del reparto Malattie Infettive, e, in particolare, al Dott. Sergio Arena, responsabile del servizio di Cardiologia-Utic, a cui vanno riconosciuti grandissima e concreta disponibilità e autentico senso di appartenenza alla comunità ospedaliera».
«Alcun intralcio verrà quindi arrecato – assicura Masciari – al proseguimento delle normali attività della cardiologia crotonese, mentre, al contempo, il nostro ospedale sarà in grado di gestire al meglio ogni immediata evoluzione della pandemia virale, a tutale della salute dei cittadini della provincia crotonese». La sperimentazione avviata sul nuovo farmaco antivirale, infine, ha prodotto soddisfacenti risultati sull’unico paziente trattato, che ha manifestato un notevole miglioramento delle proprie condizioni di salute. Masciari rende noto, altresì, che l’Azienda Sanitaria è stata inserita nell’elenco nazionale dei centri autorizzati a tale sperimentazione clinica.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto