Crotone, consegnata all’ospedale la macchina per processare i tamponi

Nei prossimi giorni arriveranno i kit per eseguire i test e contemporaneamente inizierà la fase di addestramento del personale che dovrà realizzare i controlli

di Gaetano Megna
CROTONE 
La macchina per processare i tamponi all’ospedale di Crotone è stata consegnata questa mattina. Si tratta di un apparecchio di ultima generazione, altamente automatizzato. Nella giornata di giovedì sono attesi i kit sanitari per iniziare l’attività. Il vero problema è rappresentato dalla disponibilità dei kit, che scarseggiano dappertutto. A Crotone, comunque, un po’ di materiale arriverà e si potrà partire. Prima, però, occorrerà formare il personale destinato all’utilizzo della macchina. Uno o due giorni al massimo di formazione per diventare autonomi. L’attività per processare autonomamente i tamponi in autonomia dovrebbe iniziare già nella prossima settimana. E’ vero che a Crotone, al momento, non c’è una situazione di allarme, perché tutti gli indicatori dicono che il contagio è stato bloccato: dal 27 aprile scorso non si sono avuti più casi di tamponi positivi. E’ anche vero, però, che tutti gli scienziati sostengono che in autunno o anche prima potrebbe esserci una ripartenza del contagio. Meglio mantenere alta la guardia, che farsi trovare impreparati. Con questo virus non si scherza. Lo hanno capito bene all’Azienda sanitaria provinciale di Crotone, dove si è deciso di mantenere aperto il reparto Covid-19 del “San Giovanni di Dio”, nonostante i ricoverati sono rimasti in tutto due e nelle prossime ore potrebbero diventare zero. Secondo quanto è stato possibile apprendere, il reparto Covid-19 resterà comunque attivo con un infermiere e un Oss, più i medici che operano anche in altre Unità operative. Nella provincia pitagorica le cose hanno funzionato per l’efficienza e la professionalità dei sanitari del Reparto Covid-19 e delle Usca. Lo dicono i risultati conseguiti. I dati forniti anche oggi dall’Asp confermano che la situazione è quasi tornata alla normalità. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto