Crotone, Enzo Calfa declina l’invito del centrodestra a candidarsi

«Proseguo nel mio percorso professionale» spiega il professionista individuato come papabile per una poltrona da primo cittadino. Intanto nel Pd fervono gli animi in vista della riunione del direttivo di domani

CROTONE Enzo Calfa ha deciso di non accettare la proposta di candidarsi a sindaco di Crotone per il centrodestra. La proposta gli era stata fatta dal governatore della Calabria Jole Santelli, su suggerimento dell’ex presidente regionale facenti funzioni Antonella Stasi. Almeno questo si racconta nel centrodestra pitagorico. Calfa aveva chiesto qualche giorno di tempo per riflettere e oggi ha dato l’annuncio con un comunicato. «Desidero dare personalmente l’annuncio della mia scelta di proseguire nel mio percorso professionale e di non “fare il salto” nell’arena della politica», scrive Calfa. «Dopo una lunga ed attenta valutazione, – aggiunge – mi sono convinto che la mia attitudine, la mia formazione e la mia esperienza professionale e di vita si esprimano al meglio nel campo tecnico piuttosto che in quello politico, con l’assoluta certezza di poter dare un contributo di maggior valore in questo ambito». Ha, infine, ringraziato tutti  coloro che lo hanno incoraggiato.  A questo punto il centrodestra deve di nuovo mettersi a  lavorare per individuare una nuova proposta. Sembra che tutti i partiti stiano pensando di puntare su un rappresentante di Forza Italia. La Lega esprime il candidato a sindaco di Reggio Calabria e Fratelli d’Italia sta riflettendo su un progetto di crescita del partito locale prima di puntare alla massima carica cittadina. Fratelli d’Italia potrebbe giocare la carte del candidato a sindaco di Catanzaro o Cosenza, visto che si vota il 2021 e Crotone accontentarsi di avere maggiore visibilità nella giunta comunale, in caso di vittoria elettorale del centrodestra.
ROTTURA INSANABILE NEL PD Le due aree del Pd non riescono a dialogare e domani la parte che chiede la discontinuità amministrativa con l’amministrazione del sindaco Ugo Pugliese non parteciperà all’assemblea cittadina. Oggi è arrivato a Crotone il commissario provinciale del partito, Franco Iacucci, per preparare l’assemblea convocata per domani pomeriggio con la presenza del commissario regionale Stefano Graziano. Le posizioni tra le due aree  – quelli che vogliono la continuità amministrativa e quelli che chiedono discontinuità -restano molto distanti. L’area della discontinuità ha chiesto, senza ottenerlo, la testa della segretaria cittadina Antonella Stefanizzi, come condizione indispensabile per fare unità. Non si fidano dell’altra metà del partito, che ieri ha diffuso una nota che non aiuta al ragionamento  unitario. Il movimento che ha vinto le elezioni quattro anni fa eleggendo il sindaco Ugo Pugliese oggi ha diffuso una nota polemica nei confronti del Pd per lo scontro interno. Nella nota annunciano la convocazione di una conferenza stampa per il prossimo 14 luglio per presentare le liste. Il movimento, rispetto a quattro anni fa, ha cambiato lo slogan elettorale: “Crotone in movimento” sostituisce la “Prossima Crotone” , che ha eletto Pugliese. Sono pronti a partire anche senza il Pd. I dem si sono complicati la vita e se non riescono a trovare la quadra, alle elezioni si presenteranno con schieramenti  contrapposti.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto