Cirò, «depuratore perfettamente funzionante»

La società Mke srl che gestisce l’impianto cittadino rassicurato sull’efficienza della struttura dopo la comunicazione dell’Arpacal della difformità rilevata in una zona della costa

CIRÒ MARINA L’impianto di depurazione cittadina è pienamente efficiente. Questa in sintesi la precisazione a mezzo nota che la società Mke srl che gestisce il depuratore cittadino sullo stato dell’impianto della centro dello Jonio crotonese. Una precisazione giunta – con allegate foto in basso – all’indomani della comunicazione dell’Arpacal del riscontro di un punto di difformità in mare che ha portato al divieto di balneazione in breve tratta di mare antistante il litorale cittadino. «La società Mke srl – è detto nella nota – attuale conduttore del servizio di gestione dell’impianto di depurazione delle acque reflue e delle stazioni di sollevamento a servizi del Comune di Cirò Marina tiene a precisare e a rendere nota la completa e corretta funzionalità dell’impianto depurativo comunale, così da assicurare quotidianamente il rispetto dei valori tabellari delle acque reflue, soprattutto nelle zone limitrofe al depuratore stesso. La piena osservanza dei parametri normativi per il controllo delle acque, ai sensi del decreto legislativo 152/06, si evince dai ripetuti referti analitici debitamente analizzati in laboratorio autorizzato che permettono alla Società Mke Srl di monitorare regolarmente i valori delle acque reflue». Nella nota si evidenza come «unico neo» quello legato al «continuo ritardo dei pagamenti dell’Ente comunale che ad oggi vanta un debito nei confronti della società Mke Srl di circa 150mila euro».
Sullo stesso tenore il titolare della struttura alberghiera che si trova lungo il litorale di Ciò Marina che contesta l’Arpacal per una scelta infelice. «Puntualizzare il nome del mio albergo, quale punto di riferimento dell’analisi delle acque da parte di Arpacal, ha creato e crea allarmismo nei miei clienti». Che per questo tranquillizza turisti e residenti sulla bontà delle acque di balneazione.
E a questo proposito da fonti Arpacal, fanno sapere che «la denominazione del punto di Cirò Marina “Hotel Gabbiano” non è una scelta discrezionale Arpacal ma la codificazione dei punti per come stabiliti da Regione Calabria e Ministero della Salute».

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto