Amministrative Crotone, intesa raggiunta nel centrosinistra

L’accordo dopo un vertice fiume tra il commissario Pd, Iacucci, e le liste civiche che fanno riferimento a Leo Pedace. Ora si lavora sul nome del candidato sindaco

di Gaetano Megna
CROTONE Manca solo l’ultimo tassello per chiudere l’accordo. L’intesa tra Franco Iacucci, commissario provinciale del Partito democratico della provincia di Crotone, e le liste civiche che fanno riferimento a Leo Pedace è stata raggiunta. L’incontro tra Iacucci, che sta conducendo la trattativa in prima persona, e le liste civiche di Pedace si è tenuto ieri. È iniziato nella tarda serata ed è andato avanti sino a tarda ora.
Il Pd era rappresentato solo da Iacucci, mentre per le liste civiche ha partecipato una delegazione composta dallo stesso Pedace, da Antonella Rizzo, ex assessore regionale all’Ambiente, da Luca Mancuso e da Andrea Esposito.
Il gruppo, molto probabilmente, per non interrompere il confronto ha anche cenato assieme. Si sa che davanti ad un piatto di spaghetti e un sincero bicchiere di vino si ragiona meglio. Alla fine l’intesa c’è stata. Almeno questo dicono i rumours di questa mattina. Per sottoscrivere l’accodo manca solo il tassello dell’indicazione del candidato a sindaco, che dovrebbe avvenire oggi. Questa sera ci sarà, infatti, un nuovo incontro, probabilmente allargato al resto della coalizione, e in questa riunione sarà definito anche il nome del sindaco. La coda è la più difficile da scorticare, ma se l’operazione sarà felicemente conclusa la coalizione che verrà messa in campo da Iacucci, Pedace e gli altri “soci” è destinata a farsi sentire alle prossime elezioni per il rinnovo dell’amministrazione comunale di Crotone. Non c’è ancora l’intesa sul nome del sindaco, ma probabilmente Iacucci qualche nome ai futuri alleati potrebbe averlo fatto.
Il giudizio che circolava questa mattina sull’incontro di ieri era positivo e senza riserve. Potenzialmente questa coalizione potrebbe mettere in campo tra otto e dieci liste di candidati al consiglio comunale. Se il nome del candidato a sindaco, che verrà indicato, porta in dote valore aggiunto, si complica la partita da giocare per gli altri raggruppamenti che hanno deciso di partecipare alla competizione elettorale fissata per il prossimo mese di settembre. (redazione@corrierecal.it)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto