Terza sconfitta per il Crotone, contro il Sassuolo finisce 4 a 1

Gli ospiti avevano pareggiato il gol di Berardi ad inizio ripresa col calcio di rigore di Simy. Il presidente Vrenna promette di sfruttare le ultime ore di mercato per rendere l’organico competitivo. Stroppa: «Buona prestazione, ma dobbiamo essere più cattivi sotto porta»

REGGIO EMILIA Si è concluso con una dilagante vittoria per 4 a 1 l’anticipo della terza giornata di Serie A che vedeva contrapposti il Sassuolo ed il Crotone.
I neroverdi si sono portati in vantaggio già nel primo quarto del match con Domenico Berardi. Nato a Cariati e cresciuto a Bocchigliero, in provincia di Cosenza, ha timbrato così il suo personalissimo “derby”. Il pareggio degli ospiti è arrivato in apertura di secondo tempo con Simy su calcio di rigore. Ma sempre su rigore, il Sassuolo si è riportato in vantaggio con Ciccio Caputo.
L’equilibrio è stato spezzato nei minuti finali, quando i padroni di casa hanno dilagato con la personale doppietta di Caputo e il gol di Locatelli.
Non inizia bene l’avvenuta nella massima Serie per la squadra di Stroppa che nei primi tre incontri non collezione nessun punto e dieci marcature subite in tre partite.
Il presidente Vrenna promette di sfruttare queste ultime ore di mercato per migliorare l’organico e renderlo competitivo per inseguire l’obiettivo salvezza nel massimo campionato.

STROPPA: «PRESTAZIONE DA SALVARE» «Quattro gol fanno male per come sono arrivati, soprattutto il terzo e il quarto ce li siamo fatti da soli. Per il resto è stata una grandissima prestazione e fa male uscire dal campo così dopo esserci imposti per gran parte della partita». Lo ha detto l’allenatore del Crotone, Giovanni Stroppa, dopo la sconfitta per 4-1 in casa del Sassuolo. «Al di là di aver preso gol in maniera ingenua dobbiamo imparare a essere un pochino più cattivi e incisivi sotto porta – ha aggiunto Stroppa ai microfoni di Sky Sport -. Abbiamo creato occasioni, abbiamo tenuto bene il campo, la strada è questa e anche se usciamo dal campo senza nulla noi andiamo avanti. Ci sono tantissime attenuanti oggi ma dobbiamo avere qualcosa in più per arrivare ai risultati». E ancora: «La squadra si allena bene, crede in quello che fa e oggi è stato lo specchio di ciò che di positivo riusciamo a fare. Ricordo peraltro che noi non abbiamo fatto amichevoli e per noi questa è stata soltanto la terza partita dell’anno». (f.d.)





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto