Regione, dieci candidati per guidare il dipartimento “Risorse umane”

Ecco l’elenco dei curriculum che hanno passato il vaglio della burocrazia. C’è anche il dg uscente Zito

CATANZARO I candidati interni sono dieci. E, a meno di imprevedibili ripensamenti, il nome del prossimo direttore del dipartimento “Organizzazione e risorse umane” della giunta regionale uscirà da questa – ristretta – rosa. L’avviso interno, riservato ai dirigenti di ruolo della giunta della Regione Calabria, arriva al primo step dopo la pubblicazione che risale al 31 luglio. E vede tra gli aspiranti “capi” di uno dei settori strategici della Regione dirigenti di grande esperienza, oltre all’attuale titolare dell’incarico Bruno Zito, che ha gestito anche l’interim del dipartimento Tutela della salute. Si tratta di Sergio Tassone, dirigente del settore Gestione giuridica del personale; Giovanna Melania Grasso, dirigente del settore Provveditorato, autoparco, Burc; Maria Francesca Gatto, dirigente e commissario straordinario dell’Arpacal; Ernesto Forte, dirigente del settore Economato; Mario Donato, dirigente generale reggente della Stazione unica appaltante; Domenico Macrì, dirigente del settore Affari istituzionali; Domenico Gaglioti, dirigente del settore Formazione e Sviluppo della risorse umane; Bruno Zito, direttore generale reggente del Personale e del dipartimento Tutela della salute; Mario Gregorio Buttiglieri, che guida il settore Vigilanza normativa tecnica sulle costruzioni e supporto tecnico; Vincenzo Ferrari, dirigente del settore Controllo di gestione sanità. La giunta è chiamata a scegliere il prossimo dg in questo elenco. Qualora nessuno dei profili dovesse apparire in linea con i desiderata dell’esecutivo Oliverio, governatore e assessori potrebbero rivolgersi all’esterno.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto