Stanziati 11,5 milioni di euro per le alluvioni degli ultimi tre anni

I fondi andranno ai privati e alle imprese per i danni subiti tra il 2015 ed il 2017 nel corso di eventi alluvionali per cui è stato riconosciuto lo stato di emergenza di protezione civile. Ecco a quali territori sono destinati

CATANZARO Con delibera del Consiglio dei ministri dello scorso 6 settembre la Calabria, «per la prima volta nella sua storia amministrativa», ha ottenuto il riconoscimento di importanti risorse da destinare ai privati ed ai titolari di attività produttive che hanno subito – negli ultimi tre anni – danni a causa di alluvioni per le quali il Governo ha concesso lo stato di emergenza di protezione civile.
«Si tratta di un risultato di grandissima importanza – si legge in una nota dell’Ufficio stampa della giunta regionale – conseguito dopo una incisiva e complessa attività istruttoria svolta dalla Protezione Civile regionale, che consentirà ad un gran numero di imprenditori e famiglie calabresi di poter finalmente ricevere il giusto ristoro dopo eventi drammatici che hanno provocato gravi problemi, oltre che al territorio, anche alle case, alle aziende, agli esercizi commerciali».
Nello specifico, fa sapere la Regione, verranno erogati complessivamente 11,5 milioni di euro, di cui 5,5 milioni per danni alle attività produttive e 6 milioni di euro per danni ai privati, che riguarderanno la quasi totalità del territorio calabrese, in virtù di ben quattro ordinanze di protezione civile relative agli anni ricompresi tra il 2015 ed il 2017.

I RISARCIMENTI NEL DETTAGLIO In particolare si tratta degli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio calabrese tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre del 2015 (3 milioni di euro ai soggetti privati, 3,2 milioni ai titolari di attività economiche e produttive); quelli verificatisi tra il 24 e il 26 novembre 2016 nelle province di Crotone e Reggio Calabria e tra il 22 e il 25 gennaio 2017 nelle province di Catanzaro, Crotone, Reggio Calabria, nei Comuni di Longobucco, Oriolo e Trebisacce (Cosenza) e Vazzano nel Vibonese (785mila euro ai soggetti privati, 406mila euro ai titolari di attività economiche e produttive); quelli che hanno colpito i comuni di Rossano e Corigliano (foto) il 12 agosto 2015 (1,1 milioni ai soggetti privati, 1,8 milioni ai titolari di attività economiche e produttive); quelli che tra il 29 gennaio e il 2 febbraio 2015 hanno colpito il territorio delle province di Cosenza, Catanzaro e Crotone e che nei periodi dal 22 febbraio al 26 marzo 2015 hanno colpito il territorio dei Comuni di Petilia Policastro (Crotone), di Scala Coeli e Oriolo Calabro (Cosenza) e di Canolo e Antonimina nel Reggino (532mila euro ai soggetti privati:, 473mila euro ai titolari di attività economiche e produttive).
Sulla homepage del sito della Protezione Civile Calabria è possibile visionare e scaricare tutta la documentazione necessaria per poter accedere al contributo da parte dei privati, con l’indicazione delle modalità e dei tempi di presentazione delle domande, che dovranno pervenire ai Comuni competenti entro il prossimo 22 ottobre secondo le procedure indicate. Per le attività produttive, invece, sono ancora in corso le procedure amministrative preliminari, a conclusione delle quali si darà tempestivo avviso, sempre sul sito della Protezione Civile regionale, delle modalità di accesso ai contributi.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto