Il dolore di papà Angelo: «Li porto nel cuore. Grazie ai soccoritori»

Il marito di Stefania Signore, padre dei due bambini che hanno perso la vita assieme alla mamma nel nubifragio del Lametino, sul luogo del ritrovamento del piccolo Nicolò: «Solo Dio sa cosa provo» – VIDEO

SAN PIETRO LAMETINO Il dolore che prova solo lui può decifrarlo. Lui che ha perso in una sera sola l’amata moglie e i suoi due bambini. Lui che li ha cercati per ore, disperato, prima di chiedere aiuto alle forze dell’ordine e ai soccorsi. Una notte di tempesta, il 4 ottobre, gli ha portato via tutto quello che aveva costruito, una mano di fango ha strappato via le vite di Stefania Signore, 30 anni, e dei suoi figli Christian (7 anni) e Nicolò (2 anni). Oggi Angelo Frijia ha ritrovato anche il più piccolo dei suoi cuccioli e dopo una settimana di ricerche, in mezzo a quell’uliveto tra le campagne di San Pietro Lametino, si ferma a parlare, con addosso la maglia del Milan arrivata da Milano con il nome di Christian e il numero 7 sulle spalle, perché il suo petto è un po’ più leggero. Perché ha toccato con mano la generosità dei volontari che non si sono mai arresi e che hanno cercato, insieme ai Vigili del Fuoco e alla Protezione civile, quell’ultimo, piccolo disperso. E vuole ringraziare il cuore buono di una comunità. «È un momento molto difficile per me e solo Dio sa quello che c’è nel mio cuore. Io ho creduto nelle fede di Dio e loro tre sono già qua – dice mostrando il petto all’altezza del cuore – da quando è successo il fatto». «Ora voglio solo ringraziare tutte le persone, i volontari che si sono offerti per me, gli amici dei dintorni, tutti quanti e specialmente quelli che hanno trovato mio figlio Nicolò perché mi han tolto un peso grandissimo dal cuore. Loro si chiamano Antonio Priamo, che è colui che ha lavorato con l’escavatore e Domenico Dedato. Date una medaglia a queste persone. C’è bisogno di lavorare con gente col cuore», dice battendosi ancora il petto, prima di andare via.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto