Minacce di morte per la cocaina, arrestato pusher calabrese

In manette nel Bolognese un 59enne pregiudicato. La vittima aveva contratto un debito di 400 euro per la droga

BOLOGNA Un 69enne di Malalbergo, in provincia di Bologna, per l’acquisto di cocaina aveva contratto un debito di 400 euro con un 59enne pregiudicato calabrese, Natale Barca, arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri di Molinella per estorsione aggravata. Raccogliendo la denuncia della vittima, che riferiva di minacce di morte per il saldo, i militari hanno scoperto che il pusher, che chiedeva denaro, era stato arrestato nel 2017 per porto illegale di armi, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dopo che, durante un controllo stradale a Malalbergo, era stato scoperto con una pistola semiautomatica calibro 7,65 e proiettili inesplosi. Ieri, in accordo con il 69enne, i militari dell’Arma hanno organizzato un incontro al casello autostradale di Altedo per la consegna di 200 euro, come primo pagamento del debito. All’arrivo all’appuntamento, Barca è stato fermato e arrestato. In un borsello nascondeva un coltello a serramanico, con una lama di 20 centimetri, per cui è stato denunciato.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto