In Calabria trapianti di rene in aumento, «ma si deve fare di più»

I dati diffusi da Aned. Sono 35 gli interventi nel 2018 con un aumento dell’84%. Il coordinatore nazionale: «Risultato negativo per Reggio»

CATANZARO Sono stati 35 i trapianti di reni eseguiti in Calabria, nei 2 poli di Cosenza e Reggio, nel 2018, con un incremento pari all’84,2% rispetto all’anno precedente quando furono 19. È quanto rileva l’Aned citando i dati ufficializzati dal Centro regionale trapianti. «Va subito specificato – è detto in un comunicato dell’associazione – che l’aumento del numero di pazienti trapiantati è frutto dell’incremento delle donazioni raggiunto, però, soltanto nei reparti di rianimazione degli ospedali di Cosenza e del Pugliese Ciaccio di Catanzaro, incremento rispettivamente del 60% e del 133% rispetto ai loro risultati dell’anno precedente. Incomprensibile, ingiustificato ed imperdonabile, invece, il risultato negativo delle altre rianimazioni calabresi, compresa quella dell’ospedale di Reggio dove è attivo uno dei due blocchi operatori autorizzati al trapianto di reni in Calabria». Per il coordinatore nazionale prevenzione di Aned Pasquale Scarmozzino «si può e si deve fare di più».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto