Stalking, revocati gli arresti domiciliari al pensionato di Conflenti

Decisione del tribunale del Riesame che ha accolto il ricorso del legale di Raso, accusato di aver ossessionato una sua concittadina di 40 anni

CATANZARO Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha revocato gli arresti domiciliari a Michelino Raso, il pensionato di Conflenti che nei giorni scorsi era stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dal Gip di Lamezia Terme con l’accusa di avere ossessionato una sua compaesana 40enne di cui era diventato una “spia”. I giudici catanzaresi, accogliendo il ricorso proposto dal difensore di Raso, l’avvocato Aldo Ferraro, hanno ritenuto – dice il legale – «non proporzionata la misura cautelare applicata a Raso in relazione al fatto in contestazione, rispetto al quale è sufficiente un divieto di avvicinamento alla persona offesa».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto