‘Ndrangheta in Emilia, si dimette il presidente del consiglio comunale di Piacenza

Giuseppe Caruso è accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, corruzione, truffa aggravata ed estorsione. Davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere

PIACENZA Giuseppe Caruso ha rassegnato ufficialmente le sue dimissioni da presidente del consiglio comunale di Piacenza. L’esponente di Fratelli d’Italia è in carcere su ordinanza di custodia cautelare da due giorni nell’ambito dell’operazione sulla ‘ndrangheta – denominata “Grimilde” –condotta dalla Dda di Bologna con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso, corruzione, truffa aggravata ed estorsione. Il gip di Piacenza, su rogatoria del collega di Bologna, ha tenuto l’interrogatorio di garanzia. Sia Giuseppe Caruso che suo fratello Albino (anche lui arrestato nella stessa indagine) si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Ora si apre a Piacenza la disputa sulla scelta del nuovo presidente. Il suo scranno di consigliere comunale passerà al primo dei non eletti di Fdi nel 2017, Carlo Cerretti.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto