Regionali, Oliverio mette in moto la macchina elettorale

Il governatore stringe i tempi e dissemina il suo percorso verso le Regionali di segnali “concreti” della sua intenzione di scendere in campo: pronto anche il “quartier generale”, avviato il cantiere del programma

CATANZARO Il “quartier generale”, il libro, il programma per la riconferma alla guida della regione. Mario Oliverio marca sempre più il territorio e stringe i tempi, oliando la sua “macchina” elettorale. Approfittando dell’impasse che sembra aver afferrato il Pd “ufficiale” che non lo vuole ricandidare e prova a stringere un accordo con il M5S che c’è ma non si vede, e volgendo lo sguardo alle divisioni del centrodestra che potrebbero fargli comodo, il governatore si porta avanti con il lavoro e dissemina il suo cammino verso le Regionali di segnali concreti che, almeno per il momento, sono una plastica conferma della sua intenzione di non indietreggiare, semmai di rilanciare la sua candidatura con sempre maggiore convinzione. Del resto, il quadro politico complessivo è talmente scomposto da rendere questa convinzione crescente giorno dopo giorno. Gli osservatori politici sostengono che dopo l’Umbria tutto sarà più chiaro ma il dato delle Regionali di domenica prossimo potrebbe anche essere irrilevante per il futuro percorso di Oliverio, fermo restando che un pesante rovescio del patto civico Pd-M5S in Umbria sarà per il governatore ulteriore benzina alla sua macchina elettorale. In ogni caso,. Oliverio procede, passo dopo passo, su un crinale nel quale anche il passo apparentemente più insignificante è in realtà un “messaggio di guerra”, soprattutto al Pd. In questo contesto secondo gli analisti politici va vista la presentazione, sabato a Cosenza, del libro – dal titolo “La sfida riformista di un presidente scomodo” che su di lui ha scritto Michele Drosi, che di Oliverio è uno dei “fedelissimi”. In queste ore inoltre sarebbe partito anche l’allestimento della sede regionale dei Comitati già in campo a sostegno della sua (ri)candidatura, sede che – riferiscono fonti accreditate – sarebbe stata già individuata a Lamezia Terme e che dovrebbe essere inaugurata nei prossimi giorni: sarà questa, verosimilmente, il “quartier generale” di Oliverio in campagna elettorale. E poi c’è un’iniziativa politica che comunque procede, e cammina sul sostegno delle forze di centrosinistra che hanno già preso posizione in favore di Oliverio: dall’”entourage” del governatore filtra quotidianamente il dato delle sei liste già certe e una settima in fase di costruzione pronte ad affiancare il presidente alle Regionali, dalla lista di suo diretto riferimenti al Psi e poi “Calabria in Rete”, “Idm” di Orlandino Greco, una lista di amministratori e una dei “Giovani protagonisti-si può fare”. E poi il programma, che incomincerà a prendere forma il 4 novembre in una intera giornata di tavoli tematici che la coalizione sta organizzando nei dettagli. Poi, certo, sarà comunque fondamentale capire cosa succederà in Umbria, ma intanto Oliverio ha messo in moto la sua “macchina” elettorale. Quanto sarà inarrestabile, naturalmente, è tutto da vedere, ma intanto è già in moto. (a.cant.)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto