Rimborsopoli, due (ex) consiglieri condannati a pagare 68mila euro

Antonio Rappoccio e Giulio Serra del gruppo “Insieme per la Calabria” dovranno versare la cifra nelle casse della Regione Calabria. La condanna trova fondamento nell’aver accertato le responsabilità dell’aver agito con dolo e colpa

CATANZARO Gli ex consiglieri regionali Antonio Rappoccio e Giulio Serra dovranno risarcire la Regione Calabria. E’ questa la decisione dei giudici di appello della Corte dei Conti (come riporto da La Gazzetta del Sud). Diventa definitivo, dunque, il primo pronunciamento scaturito al termine dell’inchiesta “Rimborsopoli”. I due ex membri del gruppo “Insieme per la Calabria” erano stati condannati a pagare 68mila euro, oltre alla rivalutazione monetaria ed agli interessi legali. Secondo i giudici di secondo grado, Antonio Rapoccio ha agito con dolo e per questo dovrà risarcire i quattro quinti del totale.  Il meccanismo illecito, come noto, si concentra sull’indebito rimborso di spese sostenute per le attività istituzionali di “Insieme per la Calabria” in riferimento ai fondi stanziati nel bilancio regionale per i gruppi tra il 2010 e il 2012. Diversa la posizione di Giulio Serra per il quale  il risarcimento è stato imposto nella misura di un quarto poiché riconosciuto responsabile con colpa.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto