Caos M5S, ora è assedio a Di Maio. Nesci: «Abbiamo problemi di trasparenza»

Dopo il voto su Rousseau la deputata attacca: «Una sola persona non può gestire tutto». E sulle elezioni calabresi aggiunge: «Non condivido la candidatura di Aiello»

ROMA «Adesso deve cambiare la dirigenza politica, l’uomo solo al comando è un errore che altri hanno commesso e che non dovremmo ripetere, una sola persona non può gestire tutto e la riprova è il momento di difficoltà che viviamo. Abbiamo dei problemi di trasparenza e chiarezza». Risponde così Dalila Nesci, deputata del Movimento 5 Stelle a 24Mattino su Radio 24 alla domanda se, dopo il voto su Rousseau, Di Maio debba saltare. «Con la mia proposta di candidatura – afferma Nesci – ho posto un problema per tempo, e il voto di ieri ha confermato che non era lineare la volontà politica di Di Maio sulle elezioni in Calabria. Il percorso al momento sul piatto è un candidato civico, soluzione che non condivido ma il nome che si fa è il professore Francesco Aiello». La stessa Nesci, al secondo mandato in Parlamento, si era già proposta come candidata alla Presidenza della Regione ricevendo però un secco no dai vertici del Movimento.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto