I Comuni non pagano, Sorical riduce la portata idrica nel Crotonese

I crediti vantati dall’azienda ammontano a circa 13 milioni di euro

CROTONE La Sorical, società che gestisce il servizio idrico nella maggior parte dei comuni della Calabria, si appresta a ridurre la portata dell’acqua nella rete idrica di diverse città della provincia di Crotone. Alla base della decisione, il credito vantato nei confronti dei Comuni. Per quanto riguarda la città di Crotone e diversi comuni della provincia, il contenzioso è con il consorzio Congesi dal quale vanta una somma di circa 13 milioni di euro. Una problematica della quale si è discusso anche in alcuni incontri presso la Prefettura di Crotone senza che sia stata trovata soluzione. Da qui la decisione di Sorical di avviare le procedure di riduzione della fornitura di acqua che andrà avanti ad oltranza. Oltre a Crotone, i comuni interessati dalla riduzione sono quelli di Roccabernarda, San Mauro Marchesato, San Nicola dell’Alto, Santa Severina, Strongoli, Verzino, Casabona, Cirò, Petilia Policastro.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto