REGIONALI 2020 | I nuovi “signori” delle preferenze: la classifica

Numeri da record per il giovane Nicola Irto che, dopo cinque anni, supera la soglia delle 12mila preferenze. Con Gallo ed Esposito gli unici a superare i 10mila voti. E poi c’è Mario Rizzo con una sola preferenza

di Giorgio Curcio
LAMEZIA TERME Ufficializzata la vittoria di Jole Santelli e dello schieramento del centrodestra, per i candidati consigliere in Calabria è tempo ora di bilanci e riflessioni. E i numeri, mai come in questi casi, sono lì a certificare quello che per molti è stato un fallimento, per altri un vero e proprio successo elettorale, almeno in termini di consensi. E se c’è addirittura il caso clamoroso di Mario Rizzo (Democratici e progressisti Calabria) candidato nella circoscrizione Centro e che è riuscito a portare a casa un solo voto, c’è chi invece ha fatto incetta di voti. Noi abbiamo stilato una classifica, una “top ten” che è lo specchio dei nuovi “signori” del voto in Calabria tra i soliti nomi noti, volti più o meno nuovi e le sorprese che ormai non lo sono più da un po’.

IRTO DA RECORD È il caso di Nicola Irto, presidente del consiglio regionale uscente, ricandidatosi in questa tornata elettorale tra le fila del Partito Democratico, risultato in assoluto il più votato in Calabria: ben 12.568 le preferenze nella circoscrizione Sud per il 38enne (compiuti lo scorso 5 gennaio) nato a Reggio Calabria e che già nelle elezioni regionali del 2014, giovanissimo, aveva portato a casa 12.014 voti. Un gradino più in basso nella nostra speciale “top ten” troviamo Gianluca Gallo (Forza Italia) con ben 12.053 voti nella circoscrizione Nord e Sinibaldo Esposito (CdL) con 10.281 preferenze, gli unici tre ad aver superato la soglia record dei 10mila voti. Al 4° posto troviamo, poi, Giovanni Arruzzolo con 8.649 voti ed eletto con Forza Italia nella circoscrizione Sud. Al 5° posto c’è poi Luca Morrone: 8110 i voti per l’unico eletto della circoscrizione Nord per Fratelli d’Italia. Un gradino più giù, un altro candidato di Fratelli d’Italia, Domenico Creazzo, eletto nella circoscrizione Sud grazie alle 8.033 8preferenze. Al 7° posto il “colonello” di Forza Italia Domenico “Mimmo” Tallini eletto con 8.009 preferenze.
DELUSI GENTILE E MATTIANI Numeri di tutto rispetto per Pino Gentile, 7.821 voti e ottavo posto generale, ma insufficienti per entrare in Consiglio. Non è andata meglio a Giuseppe Mattiani, candidato nella circoscrizione Sud con la lista di Jole Santelli, 9° in classifica con 7.728. Sorride invece l’ultimo della ‘top ten’, Domenico Bevacqua (PD), forte delle 7.521 preferenze nella circoscrizione Nord e che gli hanno permesso di tornare a Palazzo Campanella per la prossima legislatura.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto