Sventato un furto d’auto tra Marcellinara e Platania, arrestate due persone

Deferito in stato di libertà un terzo soggetto, minorenne. Fondamentale l’intervento dei carabinieri di Lamezia Terme

CATANZARO Un lavoro di squadra quello dei Carabinieri del Gruppo di Lamezia Terme che ha portato la scorsa notte all’arresto di due soggetti ed al deferimento di un terzo, minorenne, per furto aggravato in concorso. Tutto è scaturito da una segnalazione giunta alla Centrale Operativa sull’utenza d’emergenza 112 che indicava due autovetture che si stavano aggirando in modo sospetto per le vie di Platania. Prontamente allertati, i militari della Compagnia Carabinieri di Soveria Mannelli si sono portati in zona individuando e bloccando uno dei due veicoli segnalati, una Volkswagen Polo in uso ad un soggetto originario di Catanzaro. Il giovane, P.R. cl.96, non ha saputo fornire ai militari una valida motivazione circa la sua presenza nel piccolo centro cittadino. «Sono venuto a trovare una mia zia di cui non ricordo il nome…» questo quanto riferito agli operanti. Nessuna traccia, invece, dell’altro veicolo, un Nissan Transit di colore bianco. Ma, grazie alla localizzazione satellitare del mezzo, i Carabinieri di Lamezia Terme lo hanno individuato mentre era in fuga in direzione Catanzaro. Raggiunto lungo la SS280 all’altezza di Marcellinara (CZ), il furgone è stato bloccato con a bordo due ragazzi, B.A. cl.99 e P.D. cl.2004, anch’essi di Catanzaro. Anche loro non sapevano fornire spiegazioni circa l’accaduto ma all’esito dei preliminari accertamenti il quadro è stato subito chiaro. Il veicolo, intestato ad una ditta di Cropani (CZ), era stato da poco rubato a Cropani Marina e, successivamente, i tre soggetti si erano spostati a Platania dove verosimilmente stavano attendendo il momento propizio per perpetrare un ulteriore furto. I soggetti, quindi, tutti residenti nella zona di viale Isonzo di Catanzaro, sono stati tratti in arresto, eccezion fatta per il soggetto minorenne che è stato deferito in stato di libertà, per furto aggravato in concorso.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto