Jole Santelli accoglie la proposta di Klaus Davi: «Ha a cuore il rilancio della Calabria»

Il presidente della Regione «accoglie di buon grado» la proposta di collaborazione del massmediologo e consigliere comunale di San Luca. «Con il governatore condivido la volontà di rilanciare l’immagine di una terra meravigliosa»

ROMA «Accolgo di buon grado la proposta entusiasta di Klaus Davi a collaborare con la Regione». Così Jole Santelli risponde al massmediologo che si era offerto di collaborare con la Regione.
«Così come ho già fatto a San Luca – questa la proposta di Davi – dove mi sono candidato per riportare la democrazia in un bellissimo paese dell’Aspromonte che ospita, tra le altre cose, una meta religiosa tra le più suggestive del Mediterraneo come il Santuario della Madonna di Polsi, ribadisco la mia disponibilità ad aiutare la Calabria, una delle regioni più belle al mondo, e la presidente Jole Santelli, mettendo a disposizione le mie competenze e il mio know how. Con Santelli condivido la volontà di rilanciare l’immagine di una terra meravigliosa e di coinvolgere gli “stakeholder” internazionali. Fa parte del mio lavoro e ho dimostrato di saperlo fare con i più importanti brand italiani e con la stessa San Luca. In che forma, se ritiene, lo può decidere la Presidente. Non ha importanza se assessore, sottosegretario, collaboratore o ambasciatore. Il ruolo, se si è interessati, si trova».
Pronta la risposta del presidente della Regione. «La nostra terra e la nostra gente hanno bisogno di persone che hanno a cuore il rilancio dell’immagine della Calabria e Davi, con la sua professionalità e la sua esperienza, può certamente aiutarci in questo senso, così come ha già fatto per San Luca. Sostengo da sempre che la nostra regione necessita di un riposizionamento reputazionale in Italia e all’estero e ciascuno per la propria parte può e deve contribuire in tal senso per dare una luce nuova alla Calabria».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto