Coronavirus, giallo sul primo contagio a Locri. Calabrese: «Forse scambio di tampone»

Il primo cittadino ha comunicato la notizia, per poi parlare di un «secondo tampone negativo». «Sarebbe un errore molto grave»

REGGIO CALABRIA Giallo a Locri sul caso di un paziente positivo al Coronavirus. Prima la notizia è stata diffusa dal sindaco Giovanni Calabrese, poi lo stesso sindaco ha reso noto che il secondo tampone sarebbe negativo.
Il primo cittadino, in un post su Facebook, nel rinnovare l’invito ai suoi concittadini nel rimanere a casa, ha diffuso la notizia ed evidenziato anche come «siano in corso anche dei controlli nei confronti di altre persone che sono state in contatto con il paziente risultato positivo». Spiegando che, come da prassi, gli esiti elaborati nei laboratori di virologia devono essere confermati dai laboratori dell’istituto superiore di sanità. Nella provincia di Reggio Calabria, secondo l’ultimo bollettino diramato dal Gom, i casi positivi confermati sono 29. Le persone positive al test ricoverate in ospedale sono attualmente 11, di cui 2 sono in Terapia intensiva.
Successivamente, Calabrese ha scritto che il secondo tampone sarebbe negativo. «Attendiamo conferma ufficiale.  Qualcosa di anomalo è accaduto. Un caso di omonimia ha indotto al grave errore?». La negatività del secondo tampone sarebbe stata comunicata al sindaco «da persone ben informate». Che gli avrebbero parlato di «un errore commesso a Reggio Calabria attribuendo per sbaglio il tampone positivo al cittadino della Locride essendoci un caso di omonimia. Tutto ciò sembra veramente incredibile – continua il sindaco –. Auspichiamo, in ogni caso, che si sia trattato di un errore anche se molto grave considerato le circostanze».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto