Consiglio regionale, 19 eletti chiedono un nuovo rinvio

Allo studio un documento politico per pianificare un nuovo slittamento della prima assemblea a Palazzo Campanella. Pesa sulla scelta l’emergenza Coronavirus

CATANZARO Le telefonate si susseguono da giorni. E stanno per trasformarsi in un documento politico che “nasce” dalla maggioranza e potrebbe essere abbracciato anche dall’opposizione in consiglio regionale. Secondo fonti accreditare, sono 19 i consiglieri regionali neo eletti che chiederanno il rinvio della prima assemblea regionale prevista per il 18 o il 19 marzo. Sembra, dunque, che i calabresi dovranno aspettare ancora per veder partire la legislatura regionale. Con l’emergenza Coronavirus che condiziona movimenti e attività ordinarie, anche la politica sceglie di fermarsi. E certo pesa, sulla decisione, la preoccupazione per garantire tutte le condizioni di sicurezza all’interno di Palazzo Campanella nel corso di quella che sarebbe la prima seduta, necessaria per incardinare il Consiglio, nominando il presidente e l’Ufficio di presidenza. È quasi certo, dunque, che l’assemblea non si riunirà neppure entro lo scoccare del secondo mese dal voto regionale che ha premiato la coalizione del centrodestra. Calabria, dunque, senza giunta e senza riunioni del consiglio regionale. Sempre ammesso che il documento trovi conferma nelle scelte delle istituzioni.







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto