Il governo “sigilla” le attività produttive. Supermercati e farmacie restano aperti

Nuova “stretta” per tutto il Paese annunciata in diretta facebook dal premier Conte. «Decisioni difficili, ma lo Stato c’è»

«Chiusura di tutte le attività produttive che non sono strettamente necessarie a garantire i servizi essenziali, mentre continuano a restare aperti i supermercati, i negozi di generi alimentari e di prima necessità, l farmacie, le parafarmacie, i servizi bancari, postali e assicurati e i servizi pubblici e i trasporti essenziali». Queste le ultime decisioni, valide su tutto il territorio nazionale, adottate dal governo per affrontare l’emergenza Coronavirus. Ad annunciarle è stato il premier Giuseppe Conte in diretta facebook. «Decisione non facile, ma lo Stato c’è»m ha detto Conte, che ha parlato del «momento più difficile dal secondo dopoguerra». Bisogna restare a casa, non c’è altra scelta», ha poi spiegato Conte. «Le misure già adottate richiedono tempo. Bisogna rispettare le regole, capire che il sacrificio di restare a casa è minimo rispetto al sacrificio di tante vittime che piangiamo, perché sono persone. Dobbiamo resistere», ha poi detto il premier, per concludere: «Non rinunciamo alla speranza e al futuro. Uniti ce la faremo».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto