Coronavirus, nella provincia di Crotone sette nuovi positivi

Sono 109 i casi complessivi di soggetti infettati da Covid-19 da quando è iniziato il contagio. L’aumento, secondo i tecnici del settore, è dovuto principalmente alle persone che vengono sottoposte al tampone

di Gaetano Megna
CROTONE Sono sette i positivi di oggi al tampone del Covid-19 della provincia di Crotone. Un piccolo balzo in avanti rispetto agli ultimi due giorni, quando l’aumento è stato di una sola unità a giornata. Diventano, quindi, 109 i casi complessivi di soggetti infettati da Covid-19 da quando è iniziato il contagio. L’aumento, secondo i tecnici del settore, è dovuto principalmente alle persone che vengono sottoposte al tampone. Quando l’esame viene fatto a soggetti che non hanno familiari già contagiati, nonostante la presenza di sintomi, il risultato è nella maggior parte dei casi negativo. Il risultato è opposto quando, invece, viene effettuato il tampone ad un parente di un soggetto positivo. In questo caso infatti il dato del tampone è il più delle volte positivo. Nella provincia pitagorica il numero dei positivi sta crescendo principalmente nelle famiglie e tra i parenti di soggetti già visitati dal virus.

LA DIFFUSIONE Il dato positivo (ammesso che il termine possa essere utilizzato in presenza di una pandemia) di questo tipo di contagio è rappresentato dal fatto che controllando le famiglie con persone positive al virus, si controlla in qualche modo anche la diffusione del contagio. Oggi il numero dei ricoverati nelle strutture sanitarie scende di un’unità: erano 22 e sono diventati 21. Cresce, invece, di sette unità il numero di contagiati in isolamento e sorveglianza domiciliare: ieri erano 70 e oggi sono diventati 77. L’aumento più consistente, anche oggi, riguarda i pazienti positivi in sorveglianza domiciliare. Fa, infatti, un significativo balzo in avanti il numero di persone denominate “contatti stretti” dei soggetti positivi. Ben 193 in più rispetto a ieri, che erano 1.127 e diventano 1.330. Il numero dei “sorvegliati speciali”, da quando è iniziato il contagio, non ha mai subito regressi e la cosa preoccupa i sanitari. (redazione@corrierecal.it)







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto