Comitati, associazioni e logge massoniche in “soccorso” contro il Coronavirus

Donazioni a Cosenza, Lamezia, Locri, Crotone e Catanzaro. Soprattutto per i reparti degli ospedali, ma anche per i vigili del fuoco

LAMEZIA TERME Le donazioni arrivano da privati cittadini, associazioni, club Rotary, logge massoniche, comitati. E provano a dare una mano concreta a ospedali nei quali mancano spesso presìdi indispensabili, soprattutto dispositivi di protezione individuale ma anche attrezzature. È così in tutta la Calabria.

BANCO FARMACEUTICO Il Banco farmaceutico di Cosenza donerà alle famiglie in stato di bisogno boccettine di gel igienizzante per le mani. Le bottigliette sono state a loro volta donate alla Fondazione Banco farmaceutico dal Gruppo Illva Saronno che ha deciso di riconvertire parte della sua produzione per realizzare gel disinfettante.«L’azienda, multinazionale italiana, conosciuta per il liquore Disaronno – è detto in un comunicato del Banco farmaceutico ha trasformato, infatti, 100mila bottigliette formato mignon 50 ml del suo brand in confezioni tascabili di gel igienizzante donandole a vari enti caritatevoli tra cui il Banco». «Siamo contenti di poter dotare famiglie e persone in difficoltà di un prodotto che è diventato indispensabile – afferma Annalisa Filice, delegata territoriale di Cosenza del Banco farmaceutico – in molti, purtroppo non possono permettersi neanche di acquistare beni di prima necessità sia perché già povere e rese ancora più povere dall’emergenza coronavirus, sia perché diventate povere a causa dell’assenza di lavoro causata dalle restrizioni imposte dal governo». Il gel disinfettante sarà consegnato al Comune di Cosenza, al Comune di Rende, al Banco alimentare della Calabria e alla Caritas della Diocesi di Cosenza – Bisignano, oltre che agli enti convenzionati con il Banco. Questi provvederanno a distribuirlo alle famiglie bisognose. Inoltre, la Fondazione Casa San Francesco e l’ambulatorio “Senza confini” dell’Auser di Cosenza, che hanno ricevuto medicinali a seguito della giornata di raccolta del farmaco che si è svolta lo scorso mese di febbraio, li metteranno a disposizione delle persone in difficoltà che ne faranno richiesta.

IL ROTARY DI LAMEZIA Il Rotary Club Lamezia Terme, guidato da Natalia Majello, ha consegnato le apparecchiature e i dispositivi di sicurezza acquistati, che serviranno per allestire l’area Covid-19 all’interno del presidio ospedaliero. In particolare si tratta di un monitor multiparametrico, un carrello portamonitor, un elettrocardiografo, termometri ad infrarossi e tute protettive. Dispositivi che sono stati consegnati al direttore del Presidio unico Antonio Gallucci, alla presenza dei soci Francesca Suriano, dirigente medico del reparto Urologia dello stesso presidio, e Franco Gigliotti, tesoriere del club lametino, e che si vanno ad aggiungere a quelli già consegnati nei giorni scorsi utili per sostenere la terapia intensiva.

IL COMITATO DI LOCRI A Locri, invece, il comitato “Difendiamo l’ospedale” ha effettuato una donazione del valore commerciale di 5mila euro che va ad aggiungersi alle donazioni precedenti (foto sopra). Al direttore sanitario Fortugno e alla presenza del dottor Sinopoli, responsabile del reparto di rianimazione, che insieme alla sua equipe dovrà usarlo sono stati consegnati 1 monitor dedicato sia ai broncoscopi che ai laringoscopi
, 5 broncoscopi regular completi di maschera laringea
, 5 broncoscopi slim completi di maschera laringea. E poi 15 litri di gel igienizzante mani
, 20 bottigliette di detergente gel alcolico al bergamotto. Al responsabile dei vaccini MAMMÌ sono stati consegnati 5 litri di gel igienizzante.

I FARMACISTI DI CROTONE L’Ordine provinciale dei Farmacisti di Crotone ha donato la somma di 5 mila euro all’Azienda sanitaria provinciale per l’acquisto di dispositivi di sicurezza per il personale medico e paramedico. Lo riferisce un comunicato. «La donazione, previo parere unanime dei rispettivi Consigli – è detto nel comunicato – è stata effettuata dal presidente dell’organismo Antonio Megna e dal presidente dell’Associazione provinciale dei titolari di farmacia di Crotone rappresentata da Levino Rajani, tenuto conto della situazione di emergenza sanitaria per il Covid19 e nella consapevolezza delle carenze presenti nelle strutture sanitarie in tale delicato momento».

LA LOGGIA MASSONICA DI CATANZARO Quattrocento mascherine idrorepellenti AT-3 sono state donate dalla Loggia massonica Rosslyn Oriente di Catanzaro ai Vigili del fuoco del comando provinciale del capoluogo. Lo rende noto il sindacato Usb che parla di «un semplice gesto, vitale però, nei riguardi di una categoria sempre in prima linea nel servizio alla collettività». I dispositivi saranno distribuiti al personale impegnato nelle operazioni di soccorso sul territorio. «Le mascherine ergonomiche – è detto nel comunicato dell’Usb – sono predisposte per ottenere massima superficie coprente sul volto e comodità di utilizzo e alto contenimento delle espulsioni di goccioline, confezionate con polpa di cellulosa e poliestere in tessuto non tessuto. Come Usb, contattati per la donazione di questo materiale importantissimo per svolgere al sicuro le nostre attività, siamo soddisfatti di aver fatto un percorso insieme all’associazione che ha dato seguito ai propri scopi statutari mirati al conseguimento all’elevazione dell’uomo».







Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto