U SAPIVI? | Le mascherine a 50 centesimi esistono davvero?

Riparte l’approfondimento “U Sapivi” in onda su L’altro Corriere Tv. Michele Macrì, supportato dal tecnico Cosimo Siciliano, ha verificato se i dispositivi di protezione individuali effettivamente sono in commercio a prezzo calmierato. Una missione impossibile

CATANZARO Torna il format di approfondimento e inchiesta del Corriere della Calabria e L’altro Corriere Tv, “U Sapivi?” che si occupa, nemmeno a dirlo, delle vicende legate all’emergenza sanitaria in atto. Andrà in onda all’interno del Tg curato dalla redazione dell’Altro Corriere Tv. Michele Macrì, supportato dal tecnico Cosimo Siciliano sono andati in giro ad approfondire quello che è il tema del giorno.
A tenere banco, in questa “Fase 2” calabrese, non è soltanto lo scontro «all’ultimo tavolino del bar» tra Regione e Governo, ma anche il “caos mascherine” scoppiato dopo le dichiarazioni rilasciate da Jole Santelli in diretta televisiva sull’impossibilità di garantirle per tutti, quindi di porre l’obbligo di indossarle.
E così, i nostri inviati – ordinanza alla mano – sono andati a vedere se le forniture promesse dal governo delle mascherine a 50 centesimi sono davvero reperibili come promesso.
LE MASCHERINE A 50 CENTESIMI «La prudenza non è mai abbastanza». Lo scorso 26 aprile, il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, ha emanato un’ordinanza dove, in virtù dell’accordo con l’Ordine dei farmacisti e Federfarma, viene garantita la vendita delle mascherine chirurgiche presso le farmacie al presso di 0,50 euro per ciascuna unità. Il governo promette di farsi carico dei costi precedentemente sostenuti dalle farmacie per le mascherine e l’attuale prezzo di cessione al pubblico. Senza alcun danno economico per i farmacisti italiani.
MANCANO LE FORNITURE Ma la sorpresa che attende gli inviati in visita ad una serie di farmacie calabresi non è delle più piacevoli. Non si trovano mascherine acquistabili a 50 centesimi. Alcuni farmacisti sostengono di aver effettuato l’ordine ed attendono la consegna delle forniture, altri, invece, sono ancora scettici circa la possibilità di reperire realmente delle mascherine che possono essere vendute al pubblico a quel prezzo.
L’alternativa rimane l’acquisto di mascherine a costi molti più alti, oppure, come molti dicono, produrle a mano.





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto