Troppi tamponi all’Asp di Cosenza: 1.700 “in coda” dai rientri in Calabria

Il commissario dell’Azienda sanitaria bruzia Zuccatelli si difende dalle accuse dei ritardi nella comunicazione dei test: «Il sistema si è bloccato a causa dell’elevato numero dei tamponi da processare. Saranno inviati in Campania per velocizzare i test»

tampone coronavirus

COSENZA Sono 1.700 i tamponi ancora da processare raccolti dall’Asp di Cosenza sui cittadini calabresi che hanno fatto rientro in regione. «Al momento – ha spiegato il commissario dell’Azienda, Giuseppe Zuccatelli – non abbiamo risultati perché il sistema si è bloccato a causa dei troppi tamponi eseguiti e in Calabria non riusciamo a processarli tutti, ma la Regione ha chiuso un accordo con una struttura della Campania alla quale stiamo per inviare i tamponi».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto