L’abbraccio di Lamezia Terme a monsignor Giuseppe Schillaci

La comunità si stringe attorno al vescovo ricoverato per accertamenti nel reparto di cardiologia del “Gemelli” di Roma. Il presule ai fedeli: «Ci rivedremo presto». Il messaggio dell’amministrazione comunale

LAMEZIA TERME Il vescovo di Lamezia Terme, monsignor Giuseppe Schillaci, è ricoverato per accertamenti presso il reparto di cardiologia del Policlinico Gemelli di Roma. Nelle scorse settimane monsignor Schillaci era stato ricoverato presso l ospedale San Giovanni Paolo II di Lamezia Terme, dove è stato indirizzato a un ulteriore consulto cardiochirurgico, approfittando di questo tempo di riposo.. «Sono in comunione e in offerta – ha scritto monsignor Schillaci in un messaggio diffuso dal periodico diocesano “Lamezia Nuova”  con chi sta soffrendo! Mi sento privilegiato per la possibilità di essere curato e ringrazio la Provvidenza. Penso soprattutto a chi non ha queste opportunità, a chi non ha nessuno ed è solo. Ho il cuore colmo di fiducia nel Signore, e dico grazie alla grande professionalità e disponibilità dei medici e del personale che sto incontrando. Ci rivedremo presto a Lamezia Terme con più forza nel cuore e con ancora più amore per tutti voi». Tutta la comunità diocesana si è unita nella preghiera nel giorno della Pentecoste per sostenere il suo vescovo e Pastore. A monsignor Schillaci è arrivata anche la vicinanza dell’amministrazione comunale di Lamezia Terme: «A nome di tutta l’amministrazione comunale di Lamezia Terme e dell’intera città che rappresento – ha scritto il sindaco Paolo Mascaro – rivolgo un affettuoso saluto a Sua Eccellenza Mons. Giuseppe Schillaci, ricoverato presso il reparto di cardiologia del Policlinico Gemelli di Roma. La sua figura è, per il popolo lametino e dell’intera Diocesi, stella polare lungo il cammino di crescita e rinascita e la sua assenza è motivo di dispiacere e smarrimento. Non possiamo negare quanto manchi, lungo il cammino dei fedeli, il suo sorriso consolatore e illuminante ma siamo sereni nel saperlo affidato alle cure dei medici che ne potranno seguire la pronta ripresa fisica. Voglio soltanto far sentire la vicinanza spirituale e mai come in questo momento virtuale di un’intera città, pronta a festeggiare il ritorno del suo cuore grande ed ogni giorno di più pulsante perché mosso da puro amore ed energia positiva. In attesa di ricevere confortanti notizie – ha concluso Mascaro – preghiamo per lui e a lui rivolgiamo il nostro gaio pensiero e le bellissime parole di Papa Wojtyla: “Non abbiate paura!”».

 





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto