Beni culturali, in Calabria nasce il Comitato “Precari Mibact 4.0”

Lo scopo è perseguire attività utili e proficue nell’interesse di tutti i lavoratori precari della regione Calabria. ««Ad oggi – scrivono – la situazione continua ad essere sospesa a causa anche dell’emergenza sanitaria»

Nasce in Calabria il Comitato “Precari Mibact 4.0” per iniziativa di un gruppo di giovani che hanno prestato servizio nei luoghi della cultura della regione. «Galeotto – è scritto in una nota – fu il forzato periodo di clausura che ha costretto i 281 tirocinanti MiBACT della regione Calabria alla sospensione delle proprie attività presso i luoghi della cultura calabrese. Il tempo ha permesso di mettere a fuoco alcune delle aspettative dei giovani professionisti del settore beni culturali, i quali, già da tempo avevano maturato la necessità di istituire una associazione che riuscisse a essere il motore propulsivo con il quale partire verso una maggiore consapevolezza del proprio futuro».

Nasce così il Comitato Precari MiBACT 4.0, con lo scopo di perseguire attività utili e proficue nell’interesse di tutti i lavoratori precari della regione Calabria, con particolare riferimento ai tirocinanti MiBACT, rientrati nella Manifestazione di interesse Decreto n.6160 del 30 maggio 2016, pubblicato sul BURC n.65 (Parte 3°) del 31.05.2016. Agli esperti del settore non saranno di certo sfuggite le diverse problematiche che si sono susseguite nel corso degli anni che sono intercorsi tra la pubblicazione della manifestazione di interesse del 2016 alla presa di servizio delle prime due aree nel 2018, fino alle procedure esplicative finali relative ai colloqui orali della terza area del 2019.

«Ad oggi – scrivono – la situazione continua ad essere sospesa a causa anche dell’emergenza sanitaria che ha sicuramente spiazzato le già lente procedure burocratiche che non caratterizzano solo la nostra regione, ma l’intera penisola italiana. Scopo del comitato è, dunque, instaurare un dialogo costruttivo con gli enti interessati, mosso da spirito di collaborazione e di confronto, per fronteggiare le problematiche future dei tirocini sulla scia degli eventi passati». «Il Comitato – conclude la nota – ha inoltre il preciso intendo di contribuire alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica e a quella degli interlocutori politici in merito ai luoghi di cultura della regione col fine di una corretta ottimizzazione, valorizzazione e fruizione degli stessi a sostegno di uno sviluppo turistico culturale della Regione Calabria. Il Comitato Precari MiBACT 4.0 coglie, così, l’occasione per programmare già dalle prossime settimane una serie di incontri con gli enti di competenza per iniziare ad instaurare quel dialogo costruttivo di cui sopra sul tema dei tirocini e sul loro futuro».





Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Contenuto protetto